Cabtutela.it
acipocket.it

Mare in burrasca forza nove, venti di maestrale oltre i 60 km/h, precipitazioni attese in serata fino a 5 mm. Come preannunciato la perturbazione “il figlio di Ofelia” ha portato sui cieli della Puglia instabilità e temporali.

I disagi riguardano lo stop alla navigazione (dalle 20 di ieri) che ha impedito la partenza di traghetti e navi da crociera dal porto di Bari fino a un miglioramento del meteo. A rischio anche la viabilità in alcuni tratti tra Torre a Mare e San Giorgio, sulla strada detta della Marina, e sul lungomare Starita, all’altezza del faro, che sono stati chiusi al traffico dalla polizia municipale a causa di detriti e vecchi muretti abbattuti dalle onde. A San Girolamo i residenti segnalano impalcature pericolanti oltre alla distruzione con la mareggiata delle nuove aiuole e camminate sul waterfront. Mentre nelle vicinanze della Fibronit, a Japigia, le lamiere di un cantiere hanno ceduto al forte vento (foto in basso).

Sulla spiaggia di Pane e Pomodoro il mare agitato sta lasciando sulla sabbia rifiuti in plastica di ogni tipo, poco distante sul lungomare Nazario Sauro le onde superano i frangiflutti e invadono la carreggiata (come mostra il video).

Disagi anche all’aeroporto per il forte vento: due voli sono stati dirottati, quello in arrivo da Treviso e quello in partenza per Tirana.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui