Emiliano e il voto in Sicilia: “Un disastro per il Pd”. E a Vendola dice: “Non mi impedirai di fare da cerniera nel centrosinistra”

"I risultati siciliani ovviamente erano ampiamente prevedibili, ma questo non toglie nulla alla loro drammaticità. Drammatici per il centrosinistra, drammatici per il Pd". Così il presidente della Regione Puglia e leader di Fronte democratico, ha commentato i primi risultati sulle elezioni siciliane che vedono la sconfitta dei due candidati di centrosinistra


“I risultati siciliani ovviamente erano ampiamente prevedibili, ma questo non toglie nulla alla loro drammaticità. Drammatici per il centrosinistra, drammatici per il Pd”. Così il presidente della Regione Puglia e leader di Fronte democratico, ha commentato i primi risultati sulle elezioni siciliane che vedono la sconfitta dei due candidati di centrosinistra. “Non ci sono vincitori nel campo ampio progressista – ha aggiunto Emiliano – e credo sia opportuno che in questa fase nessuno cominci un gioco allo scarica barile, cercando di dare la colpa gli uni agli altri”.

“Credo che il Pd – aggiunge Emniliano – rischi di stare addirittura sotto il dieci per cento in Sicilia e questo è un fatto gravissimo che prevede una svolta radicale che, lo dico chiaro, non sono le dimissioni di Renzi”.”Abbiamo fatto da poco le primarie, le abbiamo svolte e il segretario è Renzi. E in questo momento – aggiunge Emiliano – chiedere le dimissioni del segretario corrisponde a vigilare le regole del Pd, cosa che non farò mai”.

Alle critiche che gli sono state mosse da Nichi Vendola e Massimo D’Alema nei giorni scorsi replica così: “A loro dico di non usare la Puglia per impedirmi il ruolo di cerniera tra il Pd e il il resto del centrosinistra, perché in questo momento servono pompieri non incendiari. Alle loro affettuose provocazioni non replicherò”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.



caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here