Il Comune di Bari ha chiesto a tutti i suoi Municipi e ai segratariati sociali di fare una ricognizione sull’emergenza idrica in città, raccogliendo le richieste dei singoli cittadini che si trovano in difficoltà per assenza di acqua nelle proprie abitazioni.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità Storia d'Italia

A comunicarlo è stata l’assessore al Welfare, Francesca Bottalico, rispondendo ad una interrogazione della consigliera comunale Irma Melini. Giovedì, infatti, Melini – in seguito alle varie denunce dei cittadini raccolte e riportate da Borderline24 – ha inviato una nota urgente al sindaco Antonio Decaro e a Bottalico, per chiedere un intervento di aiuto nei confronti delle migliaia di famiglie baresi che, ormai da settimane, non riescono nemmeno a farsi una doccia per la crisi idrica e la riduzione della pressione effettuata da Aqp.

 “La nota emergenza idrica – scrive Melini – che la nostra città vive da mesi sta colpendo prevalentemente le fasce più deboli. Sono gli anziani, i bambini, i diversamente abili, soprattutto i meno abbienti, a non riuscire a fronteggiare autonomamente la scarsità di acqua. Senza acqua non possiamo vivere. Le difficoltà delle fasce deboli di approvvigionamento di acqua ritengo ci impongano delle azioni mirate. Per questo motivo, con la presente chiedo di avviare in tempi brevi, attraverso le sedi municipali, una ricognizione delle fasce deboli per comprendere chi non riesce autonomamente a fronteggiare l’emergenza”.
Il Comune, nella risposta, assicura che è partita una ricognizione per individuare le famiglie più in difficoltà e trovare delle soluzioni: le autobotti, ad esempio, potrebbe essere una.
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here