Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

Una settimana di lavoro per i registi under 35 nella scuola del quartiere, due giorni di eventi aperti alla città, un concorso di cortometraggi sul tema della diversità. E’ partito oggi a Santa Rita, il quartiere del Municipio 4 di Bari, costruito negli anni ’80, il festival “Periferie Animate”, ideato da Sinapsi Produzioni Partecipate e sostenuto dalla Siae nell’ambito del bando S’Illumina – copia privata per i giovani per la cultura. Dopo la prima edizione ad Enziteto, quest’anno il cinema d’animazione ha trovato casa in questa periferia multistrato, dove a una manciata di metri una dall’altra ci sono case popolari e condomini con giardino, ma dove molto spesso si va via la mattina e si rientra la sera e non c’è spazio per le attività di comunità.

Per declinare attraverso il cinema la volontà di inclusione sociale, la soluzione adottata da Sinapsi è di partire dalla scuola: questa mattina i workshop affidati a sei registi under 35 provenienti da diversi angoli d’Italia hanno interessato i bambini della scuola di Santa Rita, plesso decentrato del 16° circolo didattico Manzoni-Lucarelli. Con loro questi registi creeranno dei corti d’animazione sul tema della diversità, che saranno proiettati nella giornata finale di Periferie Animate, domenica 30 settembre. I registi a scuola sono Tommaso Gialli, Filippo Foglietti, Giulia Landi, Collettivo Upendi, Francesca Devicienti e Antonio Stea.

“Parliamo ai più piccoli affinché gli adulti aprano gli occhi – spiega il direttore artistico di Periferie Animate, Vincenzo Ardito – ecco perché abbiamo voluto creare nel festival uno spazio dove il cinema d’animazione dialoga con le altre arti, con la letteratura, e punta a far arrivare nel quartiere bambini e famiglie dal resto della città. Il Cinema d’animazione ci aiuta a declinare le diverse sfaccettature della diversità. Investire sull’aspetto ludico è per noi una sfida, ma lo facciamo attraverso l’attivazione di partnership virtuose, che danno valore alla scelta di raccontare le difficoltà delle periferie attraverso il cinema”.

Sabato 29 e domenica 30 settembre grazie alla rete attivata da Sinapsi Produzioni Partecipate, tra la parrocchia di Santa Rita e il centro sociale Circumnavigando a partire dalle 17.00 sono in programma due giorni di laboratori creativi e di racconto partecipato, giochi, spettacoli e letture animate, tutte attività ad accesso gratuito. Nell’area in via Costruttori di Pace ci sarà anche spazio per lo street food e per la mostra fotografica di Niki Genchi, che dalle passerelle di Milano tornerà nella sua Bari e renderà protagoniste dei suoi scatti alcune famiglie di Santa Rita.

Tantissime poi le proiezioni in programma, da segnalare quella a cura de La Scatola Blu, che porterà sullo schermo Big Fish and Begonia, un film d’animazione che dalla Cina racconta il coraggio delle scelte. Saranno naturalmente proiettati anche i corti in concorso: quest’anno Periferie Animate ha lanciato un contest, ricevendo oltre 500 candidature. Dodici i prescelti ma solo uno sarà premiato dalla giuria del festival il 30 settembre.

Le attività sono ad ingresso gratuito e libero, è consigliata la prenotazione inviando una mail a sinapsiproduzionipartecipate@gmail.com, segnalando le attività alle quali partecipare e in quale giornata, con nome, cognome e età dei bambini. Sulla pagina Facebook “periferieanimate” il programma completo.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui