Prima il sopralluogo dei carabinieri Nas e poi l’ordinanza del Comune. I fatti vengono raccontati nel provvedimento dell’amministrazione del 9 gennaio di quest’anno e riguardano il bar Martinucci in piazza Mercantile, nel centro storico.

Il 4 gennaio i carabinieri dei Nas hanno comunicato al Comune che, a seguito di ispezione igienico-sanitaria presso l’esercizio e successive verifiche presso gli uffici competenti (SUAP, SIAN e I Municipio) “è stata accertata la violazione di cui all’art. 39/1° comma della Legge Regionale nr. 24/2015 sanzionato dal successivo art. 61/6° stessa legge per aver effettuato la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande in assenza della prescritta S.C.I.A. per la superficie di mq. 40 circa oggetto di ampliamento e riguardante l’area esterna antistante all’esercizio”.

All’atto del controllo tale locale di somministrazione era occupato da numerosi clienti seduti ai tavolini. Il proprietario – si legge sempre nell’ordinanza – non avrebbe quindi mai presentato una istanza per ottenere l’ampliamento della superficie di somministrazione all’esterno. Anche il Mibac, la Soprintendenza, non avrebbe rilasciato parere favorevole al gazebo. I carabinieri hanno quindi sanzionato il commerciante per aver effettuato somministrazione di alimenti e bevande su area esterna senza comunicazione di Scia.

Da qui la successiva ordinanza del Comune: nel provvedimento si impone a Martinucci la cessazione dell’ “esercizio abusivo dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande sul suolo pubblico antistante il bar-gelateria-pasticceria-rosticceria”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here