“Tutti coloro che in questi anni hanno temuto che non si avesse fiducia nell’Ospedale di Molfetta, si sono sbagliati e questo non lo stiamo dicendo a parole, ma lo stiamo dimostrando con i fatti. Anzi vi dico anche che investiremo altri 6 milioni di euro su questo ospedale. Certo non basteranno perché per trent’anni è stato dimenticato da tutti e noi in soli tre anni e mezzo abbiamo fatto quello che nei trenta anni precedenti non era avvenuto, ma noi lo abbiamo fatto perché siamo seriamente intenzionati a puntare sulla crescita di questo ospedale”.

Lo ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano impegnato questa mattina alla presentazione della nuova Radiologia Senologica dell’Ospedale “Don Tonino Bello” di Molfetta. Insieme con il presidente, il direttore generale della Asl Bari, Antonio Sanguedolce, e il sindaco della città, Tommaso Minervini.

“Noi abbiamo ricevuto tre anni e mezzo fa questo ospedale in condizioni pietose – ha aggiunto Emiliano – e oggi stiamo facendo una piccola ma grande cosa. Ristrutturare il reparto di Radiologia Senologica significa poter ridare un presidio permanente ed efficiente sullo screening mammografico a tutte le donne di quest’area”.

Con l’assegnazione del secondo mammografo (l’acquisto è in fase di gara), di due nuovi ecografi e della presa in servizio del secondo Dirigente Medico Senologo saranno potenziate le Agende CUP ed il numero di prestazioni dedicate allo Screening Senologico, con estensione delle attività non più solo nelle ore antimeridiane, ma anche pomeridiane.

Il servizio, ristrutturato secondo le normative vigenti, è situato in un corridoio dell’ospedale riservato per garantire un percorso dedicato alle donne. Da oggi, lunedì 11 febbraio, riprenderanno tutte le attività secondo i programmi da Agenda CUP e Screening Senologico.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here