lapugliativaccina.regione.puglia.it

Nell’ex centrale del latte di viale Orazio Flacco sorgerà un presidio di servizi sanitari territoriali. Ad annunciarlo oggi il sindaco Antonio Decaro che ha incontrato il  direttore della Asl Ba Antonio Sanguedolce durante la seduta della commissione consigliare Sanità.

Si tratta di un nuovo presidio sanitario, che di fatto raddoppia l’offerta di servizi rispetto al centro ASL di via Caduti di via Fani che non riesce a smaltire la mole di richieste dei cittadini. È in fase di definizione, in questi giorni, la convezione che il Comune siglerà con la ASL Ba che prevede la concessione in comodato d’uso dell’immobile da parte dell’ente municipale e la riqualificazione dello stesso da parte della Asl con fondi propri. Ad oggi è già stato affidato l’incarico di progettazione per la definizione degli interventi da realizzare sulla base del futuro utilizzo.

“All’interno della ex Centrale del latte – spiega il sindaco Decaro – ci sarà un nuovo presidio di sanità territoriale che darà una risposta importante ai cittadini in termini di servizi. Con l’accentramento della sanità territoriale nel poliambulatorio di via Caduti di via Fani, ovviamente ci sono stati dei rallentamenti nelle prestazione vista la mole di utenti che si concentra in un unico presidio. Di qui la volontà, grazie anche all’intuizione e al lavoro dei consiglieri comunali, di sdoppiare i servizi offerti e individuare un polo territoriale anche in una zona diversa da quello centrale. Abbiamo scelto la ex Centrale del latte perché avrebbe un raggio d’azione su un vasto territorio cittadino (2 e 4 municipio) e rappresenta una risposta ad un bisogno primario, come il diritto alla salute, per tantissimi cittadini. Il nuovo ambulatorio sarebbe inoltre servito dal Polipark, che ormai è un parcheggio molto utilizzato sia tra i pendolari che arrivano a Bari per lavoro, sia per gli utenti del Policlinico”.

Nella ex Centrale del latte troveranno spazio oltre che i servizi di base, i prelievi, le visite mediche, le analisi, il Cup, il centro unico di prenotazione del Policlinico, che spostandosi qui, lascerà spazio a nuove attività nel polo medico. Per quanto riguarda la riqualificazione che si sta progettando, la ASL si è già impegnata a prevedere gli spazi per le associazioni che oggi sono presenti nella ex Centrale, sia gli stomizzati, sia il servizio di emergenza.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui