I cittadini, riuniti nel comitato Caffè insieme Japigia, fecero partire un anno fa una raccolta fondi per aiutare i coniugi proprietari della caffetteria Martin di Japigia, distrutta da un incendio doloso.
Oggi è stato consegnato il secondo assegnato, come contributo della Banca etica in favore della caffetteria. “Si chiude la raccolta a sostegno dell attività commerciale  colpita  lo scorso anno da un incendio doloso a tutt’oggi senza responsabili – spiega Matteo Magnisi del comitato –   la forza e la tenacia della coppia di esercenti del bar, unitamente al calore e al sostegno concreto dimostrato da un gruppo di cittadini del quartiere, ha fatto sì che quello che poteva essere il  colpo finale affinché quella  saracinesca restasse per sempre abbassata, si è trasformato in speranza e  nuova vita.
Un attivista sociale, un genitore di una scuola  e un parroco del quartiere, attraverso un comitato di scopo  risposero  nei giorni del vile episodio  generando  una inaspettata catena di solidarietà che aveva cercato di  evitare, al di là della modesta  consistenza economica della somma raccolta rispetto ai danni subiti, sentimenti di  scoraggiamento e isolamento”.
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here