Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Un indennizzo giornaliero, uno per la convalescenza e un “pacchetto” di assistenza post ricovero per il recupero della integrità fisica. È la polizza assicurativa che Si.Eco spa ha deciso di stipulare, a proprio esclusivo onere, in favore di tutti propri dipendenti e collaboratori, con qualsiasi profilo professionale, al fine di assicurare in caso di contrazione dell’infezione COVID-19 tutti i suoi dipendenti che in questi giorni operano in un settore essenziale delicatissimo, quello della raccolta dei rifiuti, centrale per assicurare la pulizia delle città in cui opera sul territorio pugliese, campano e calabrese. Un unicum su tutto il territorio che denota la grande attenzione che l’azienda sta prestando alla situazione emergenziale in corso e alla salute dei suoi dipendenti.

«Niente è lasciato al caso – spiega Marco Giovanni Vasienti, amministratore della Si.Eco spa. Mentre il sindacato invoca il rispetto di tutte le procedure nelle aziende abbiamo deciso di attuare protocolli e misure ancora più stringenti per la tutela della salute pubblica e al tempo stesso per la salvaguardia dei nostri lavoratori, che sono l’anima dell’azienda. Tutte le tipologie contrattuali e i profili professionali sono interessati, senza distinzione alcuna, ai provvedimenti presi di concerto con medici e responsabili della sicurezza».

Numerosi gli interventi previsti per assicurare la massima tutela dei dipendenti dall’azienda. Ci sono turni cadenzati, presenza di un solo operatore su ciascun mezzo, sanificazione continua dei locali e messa a disposizione di tutti gli strumenti di sicurezza personale, continuità informativa sulle norme da adottare in tutte le situazioni.

«Certo non è semplice – prosegue Vasienti – soprattutto per la difficoltà che riscontriamo nel reperimento dei dispositivi, nota e confermata anche dalle organizzazioni sindacali. Parliamo ad esempio delle mascherine monouso che da sempre utilizziamo, ma le cui scorte sono esaurite e che abbiamo già provveduto a ordinare in numero elevatissimo per consentire il prosieguo delle attività, e in attesa della cui consegna abbiamo interessato Prefettura, Protezione Civilie per chiedere un sostegno».

Intanto l’azienda prosegue in tutte le sue attività senza indietreggiare davanti all’emergenza nella consapevolezza di svolgere la sua parte in questa battaglia con una sola parola d’ordine per tutti “sicurezza”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui