Cabtutela.it
acipocket.it

 “Michele Emiliano e il Partito democratico sono i vincitori di questa tornata elettorale.” Lo afferma il segretario regionale del Pd Puglia, Marco Lacarra.

“Già nell’ottobre del 2018 – ricorda – la Direzione del Pd Puglia aveva individuato in Michele Emiliano la figura in assoluto più forte per competere nella corsa che avrebbe determinato il futuro della primavera pugliese. Più di un anno dopo, Emiliano ha comunque accettato di sottoporsi all’ulteriore test delle primarie, riconoscendolo come elemento cardine della storia del centrosinistra pugliese degli ultimi 16 anni. Abbiamo costruito una coalizione ampia e plurale, che ha visto il Pd come nave ammiraglia. Abbiamo sostenuto l’azione ammirevole di Michele Emiliano e della sua giunta durante il lockdown. Nonostante questi dati di fatto, il Pd Puglia – prosegue – ha dovuto scontrarsi per mesi con tentativi di indebolire la propria leadership, profezie fallaci di fallimento, letture sbagliate delle dinamiche politiche che caratterizzano la nostra terra. Purtroppo tali ostacoli sono stati posti anche da figure autorevoli del centrosinistra”. “Fa sorridere – critica – che però oggi ci sia la corsa a rivendicare il risultato straordinario in cui il Pd Puglia ha creduto dall’inizio. Sarebbe bello che ex compagni di strada, a cui ci legano rapporti di stima e amicizia, che in queste settimane hanno ritenuto di farci una guerra senza esclusione di colpi, chiedessero ora scusa alla nostra comunità, a cominciare dai nostri elettori e i nostri iscritti. Perché quelle parole piene di livore e odio che noi abbiamo sopportato per mesi sono un insulto soprattutto a loro, che, come abbiamo visto domenica e lunedì, continuano a credere nel centrosinistra e nelle sue scelte”. Secondo Lacarra, “illustri dirigenti politici e commentatori hanno paventato un rischio di sconfitta che non è mai stato reale”.

 

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui