Cabtutela.it
acipocket.it

La prima donazione di organi dell’ospedale di Bisceglie ha fatto registrare due notizie importanti e positive: il fegato è stato trapiantato con successo all’ospedale Cardarelli di Napoli ed è andato a buon fine anche il trapianto di rene al Policlinico di Bari.

A donare è stato un uomo di 71 anni, originario di Corato. Presso l’Unità operativa di Anestesia e Rianimazione di Bisceglie diretta dalla dottoressa Antonietta Paccione si sono avvicendate tre equipe coordinate dal dott. Giuseppe Vitobello responsabile del coordinamento trapianti della Asl: il fegato è stato prelevato dalla equipe di Bari e mandato all’ospedale Cardarelli di Napoli, i reni sono stati prelevati dalla equipe di Foggia e trasferiti a Bari mentre le cornee sono stati prelevate dall’equipe del dottor Pasquale Attimonelli, operativo a Trani, e inviate alla Banca degli Occhi di Mestre.

Ad affiancare il dottor Vitobello anche la dott.ssa Liso e il dottor Ruta. “Il nostro pensiero va sempre alla famiglia del donatore per questo gesto di amore – dice Alessandro Delle Donne, Direttore Generale della Asl Bt – aver potuto operare per la prima volta sull’ospedale di Bisceglie dimostra che sulla donazione degli organi stiamo crescendo molto”.”Ringrazio tutti gli operatori che si sono avvicendati e che hanno operato per ottenere questo risultato – continua Delle Donne – a partire dal Direttore Sanitario di presidio, il dottor Andrea Sinigaglia. Consentire un prelievo multiorgano non è affatto semplice, ma abbiamo mostrato di saper affrontare e vincere ogni sfida e soprattutto di poter contare sull’ottima e proficua collaborazione di tutti i nostri professionisti”. Questa è la quinta donazione di organi del 2020 nella Asl Bt.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui