Cabtutela.it
acipocket.it

“Siamo il Futuro, vogliamo il Presente”. Con questo slogan si presenta come sindaco a Roma, il barese Federico Lobuono con la lista La Giovane Roma, pronto a sfidare Virginia Raggi.

“A 15 anni sono andato via da Bari – mi ci trovavo bene – spiega sui social – ma l’Italia ha il cuore a Roma e la testa a Milano. Ho fatto una scelta. Ho preferito la Città Eterna. Sono 5 anni che vivo qui e sto alla grande, grazie soprattutto ai romani che mi hanno accolto come un figlio e di questo non posso che esserne grato. Negli ultimi anni mi sono accadute molto cose. Ho cominciato a partecipare attivamente alla vita politica del Paese, battendomi spesso al fianco dei suoi principali protagonisti. Ho continuato a studiare, a lavorare e in contemporanea ad approfondire la conoscenza di Roma, osservando le sue meraviglie e vivendo tutte le sue contraddizioni”.

“Ho deciso di lanciarmi in una nuova incredibile sfida: mi candido sindaco di Roma – annuncia – Non è un gioco, non sto scherzando. Non sono mai stato così serio e convinto di una mia scelta.A chi storce il naso, giudicandomi per i miei 20 anni, rispondo che non sono stati i giovani a ridurre Roma in queste condizioni”.

L’annuncio della candidatura ha scatenato varie polemiche, soprattutto sulla giovane età di Federico Lobuono.

Polemiche alle quali replica direttamente: “Nonostante gli attacchi per la città d’origine, per l‘età, per i brufoli, per gli occhiali, per il mio passato, per ciò che sono e per ciò ho fatto, per come mi vesto, per le mie foto in mutande su Instagram e per questo progetto in cui credo e rappresento, sono estremamente orgoglioso della scelta che abbiamo intrapreso. Mi sono candidato a sindaco di Roma. L’ho fatto lavorando con un gruppo di ragazze e di ragazzi pieni di passione, di determinazione, di grinta e di amore indiscusso per la Capitale. Non ci fermeranno polemiche vuote o insulti personali. Non ci tireremo indietro”. (Foto Facebook)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui