lapugliativaccina.regione.puglia.it
dona-il-sangue-regione-puglia-it
acquapertutti-aqp

L’emergenza sanitaria non ferma la lotta allo spreco di cibo. Ieri alcuni volontari del gruppo i Pattinatori di Bari, in collaborazione con “La nostra bici Cinzia”, hanno attraversato il quartiere umbertino in sella ai propri mezzi, raccogliendo 15 chili di cibo trasferito poi presso il Frigo Solidale della Parrocchia San Sabino a Bari.

Si tratta, di fatto, della raccolta numero 79 nel quartiere Madonnella. Un’azione di solidarietà che arriva dopo circa due mesi e mezzo di stop forzato a causa dell’avanzamento imperterrito dell’emergenza sanitaria, che vede oggi la Puglia ancora in zona arancione.

“Abbiamo voluto ricominciare in forma collettiva le raccolte di quartiere – hanno commentato i volontari – ovviamente vorremmo essere in tanti, ma abbiamo deciso di contingentare al minimo il numero dei partecipanti riprendendo le modalità collettive di recupero degli alimenti eccedenti o invenduti, ma garantendo alcune regole minime di protezione individuale”.

I ragazzi e le ragazze impegnati nella lotta contro lo spreco di cibo, in realtà, non si sono mai fermati. Il rallentamento delle attività però si è reso necessario con la seconda ondata.

Tanti i negozi della zona che hanno offerto il loro supporto donando i propri prodotti, tra questi, oltre al minimarket Makkah, che specificano i volontari, è una new entry, anche l’Antica Forneria, il Panificio Sonnino, la Salumeria San Giuseppe, il Panificio san Giuseppe, la Salumeria CAP, la Rosticceria Il bischero, il Panificio El Focacciaro Di Pino Ambruoso, la Pasticceria Saettone e la Salumeria Melfi.

“Vogliamo dare una testimonianza collettiva di ripresa in tutte le realtà in sui siamo attivi – hanno concluso – Ieri si è aggiunta un’altra attività commerciale, la frutteria “Makkah” di via Carulli, e di questo siamo felici”.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui