Cabtutela.it
acipocket.it

Viali pieni di erbacce, panchine sporche e ricoperte da rifiuti. Si presenta così il parcheggio di scambio della stazione Mungivacca nei pressi della sede della multinazionale Ikea. Oggi si è tenuto un sopralluogo del consigliere comunale di Fratelli di Italia, Filippo Melchiorre, con l’associazione Fare Verde rappresentata da Nazzareno Chimienti e il consigliere di Municipio Virna Ambruosi.

“Quella che doveva essere una scelta strategica dell’esperto sindaco Decaro si è rilevata una vera e propria cattedrale nel deserto – spiega Melchiorre –  Pali della luce divelti, panchine rotte, sentieri bloccati dalle erbacce, cespugli e siepi ricettacoli di topi e insetti, sede di barboni e teppisti. Tanti soldi pubblici spesi male a danno anche del traffico cittadino”.

“La zona andrebbe pulita e bonificata – commentano –  andrebbero fatte opere di manutenzione ordinaria e straordinaria per renderla fruibile ai tanti cittadini che arrivano dai comuni del sud est ed da Taranto, decongestionando il traffico e consentendo a tanti di loro di non inquinare l’ambiente e non pagare il costo del grattino fra i più alti d’Italia (due euro a ora). La zona dovrebbe essere vigilata, anche con videocamere, stimolandone l’utilizzo attraverso una campagna di comunicazione. E pensare che questa amministrazione Decaro è ritenuta da molti, erroneamente, come la città dei parcheggi di scambio”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui