Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Continua l’azione di contrasto allo spaccio di stupefacenti. Due operazioni dei carabinieri a Bisceglie e Putignano. Durante la mattina di ieri, militari di Bisceglie hanno arrestato in flagranza di reato un 27enne, resosi responsabile di detenzione ai fini di spaccio di non modiche quantità di sostanze stupefacenti.

I carabinieri, impegnati in una prolungata attività info-investigativa, finalizzata a una determinata e incisiva azione di lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti, avevano notato in questi ultimi periodi, la presenza di alcuni tossicodipendenti nella zona di via Europa. Proprio in detta strada, gli operanti avevano contezza dell’abitazione del 27enne, soggetto ben noto, poiché già arrestato lo scorso mese in quanto trovato all’interno di una cantinola, attrezzata in stile “Gomorra”, mentre smerciava stupefacenti di vario genere. In detta occasione il pusher veniva sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Tornando ai fatti recenti, nella mattina di ieri quindi, i militari operanti, decidevano di andare a fare un controllo all’arrestato domiciliare, constatando sin da subito una certa resistenza di costui nell’aprire la porta. All’interno della camera da letto, il personale operante rinveniva, su un tavolino debitamente attrezzato, 13 dosi di cocaina e altro stupefacente dello stesso tipo, pronto per essere suddiviso in dosi, per complessivi grammi 16,5, nonché due grammi di hashish. Inoltre è stato rinvenuto e sequestrato anche un bilancino elettronico e il necessario per confezionamento dello stupefacente, nonché 620,00 Euro in banconote di vario taglio, provento dell’attività di spaccio. In questa circostanza l’arrestato, dopo le formalità di rito, veniva tradotto presso la casa circondariale di Trani, così come disposto dal P.M. di turno della Procura presso il Tribunale di Trani.

Arrestato a Putignano, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un giovane cittadino del Gambia, divenuto pusher del luogo.  Il 24enne, già da alcuni giorni era entrato sotto la lente di ingrandimento degli investigatori per i suoi movimenti sospetti fino a quanto gli operanti hanno deciso di sottoporlo a un controllo più approfondito, anche con il supporto di una unità cinofila del Nucleo di Modugno (BA).

Le perquisizioni personale e domiciliare hanno consentito di rinvenire 750 grammi di marijuana e 100 grammi di hashish, oltre a vario materiale per il confezionamento costituito da nastro adesivo nero, bilancino di precisione, forbici e buste di cellophane trasparente per confezionare le dosi della sostanza. Alla luce di quanto sopra, il pusher, è stato tratto in arresto e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Bari. La droga nei prossimi giorni verrà analizzata dal Laboratorio del Comando Provinciale Carabinieri di Bari al fine di verificarne la qualità.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui