SABATO, 13 LUGLIO 2024
74,531 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
74,531 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Scuola, si torna in presenza. Il ministro Bianchi: “Nessun passo indietro”.

Pubblicato da: Mauro Brisacani | Mar, 28 Dicembre 2021 - 15:00
- PUBBLICITÀ LEGALE -
bari.aci.it"

Il tema del ritorno a scuola in presenza continua a circolare fra i banchi del governo. Il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi però è categorico: “Nessun passo indietro”.

Il pressing per il rientro dopo le festività comincia a farsi sentire soprattutto osservando la curva epidemiologica fra i giovani. Il 26% dei contagi tra gli under20, diecimila classi in quarantena prima delle vacanze e la vaccinazione ancora in corso, sono i punti cardine sui quali si interverrà per una corretta ripresa delle attività didattiche.

Anche i presidi, da nord a sud, fanno sentire la propria voce, chiedendo mascherine ffp2 per studenti e docenti, nessuno escluso. Il ministro Bianchi ha parlato anche di micro-chiusure solo per eventi straordinari.

“Ci vuole la responsabilità di tutti, ma questo è il nostro obiettivo e questo faremo – ha sottolineato Bianchi – laddove ci sono condizioni straordinarie, con focolai isolati, i presidenti di regione e sindaci possono disporre chiusure isolate, non diffuse, e allo scopo di verificare lo stato in quel cluster”.

Non tutti condividono le idee del ministro, come ad esempio il sindacato Anief che preferirebbe un ripristino della didattica a distanza. “Si valuti se finire l’anno con metà allievi in presenza e metà a casa in dad”.

Per arginare e controllare qualsiasi situazione di rischio e pericolo, il governo ha stanziato nuovi fondi in aiuto delle scuole e del personale scolastico, come sottolineato da Bianchi.

“Con l’ultimo decreto il governo ha previsto 9 milioni per il tracciamento e i laboratori militari, più altri 14,5 milioni per il personale della sanità militare – spiega il ministro – e 5 milioni per l’acquisto di Ffp2 per il personale delle scuole dell’infanzia, a contatto con i bambini fino a 6 anni, esonerati dall’uso della mascherina, e con chi è a contatto con studenti più grandi che non la portano per particolari fragilità”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Calcio, il sindaco di Bari: “No...

“Nei giorni scorsi mi è stato chiesto di incontrare un membro...
- 13 Luglio 2024

Trovata una pianta pioniera che potrebbe...

Il muschio del deserto Syntrichia caninervis ha davvero il potenziale per...
- 13 Luglio 2024

Bari, muore sulla spiaggia: inutili i...

Un uomo ultra settantenne è morto stamattina verso le 10 sulla...
- 13 Luglio 2024

Turismo, dal mare cristallino all’arte: ecco...

Dal mare cristallino ai vicoli ricchi di vita, ma non solo....
- 13 Luglio 2024