lapugliativaccina.regione.puglia.it
In spiaggia ma facendo lo slalom tra le feci dei cani. Succede anche sulla spiaggia di San Girolamo. “Buongiorno a tutti e buona domenica – scrive un utente sul gruppo Facebook “La voce di San Girolamo” – In questi giorni mi sono arrivate tante segnalazioni da parte di persone che scendono in spiaggia per godersi una giornata al mare e poter stare sicuri di mettere il loro telo mare senza schiacciare cacate di cani. Scrivo io questo post perché ho anch’io un Cane e non vi nascondo del fatto che più volte mi capita di essere tirato da Marley sul lungomare IX Maggio proprio perché i cani sentono l’odore degli altri pelosetti e giustamente devono fare pipì e la puppu’…
La maggior parte dei cani – prosegue – dopo aver fatto pipì con le loro zampette posteriori cercano di coprire il loro bisognino, e ogni volta che vedo Marley mi soffermo a pensare che è arrivato il momento di prendere seriamente esempio da loro e non continuare a fare gli  umani lasciando sul bagno asciuga Cacate di ogni dimensione, si perché alcune persone pensano solo perché il proprio pelosetto è di razza piccola e la loro cacca non serve raccoglierla.
Oltre i residenti per fortuna Fesca e San Girolamo si affacciano sul mare e come ben sappiamo arrivano da ogni dove per poter trascorrere una giornata al mare ma ormai è tutta una lamentela delle cacche dei cani. Anche se ripeto la colpa non è del Cane ma del suo padrone/a… Non Fare lo struzzo mettendo la testa sotto la sabbia ma raccoglila. Del fatto che il cane faccia pipì e come dice Internet che loro devono marcare il territorio e fino qui siamo d’accordo, ma tutto questo non giustifica che fate pisciare e cacare i vostri cani sotto le finestre delle case delle persone, vicino ai portoni e negozi. Il problema parte da mare e finisce sulla terra e di chi è la colpa? Di noi umani! Per piacere ve lo chiedo insieme alla pettorina e guinzaglio prendete l’abitudine di portarvi la bottiglietta di acqua e le bustine per raccogliere la cacca.
Alcuni trovano la scusa della mancanza dei bidoncini butta carte ho butta cacche, ma se una persona ci tiene e soprattutto vive seguendo le regole del codice Civile e non trova un bidone nelle vicinanze gli fa il nodo alla bustina e il primo bidone che trova davanti la butta ma raccoglierla e lasciare la bustina piena di cacca e come non averla raccolta, anzi se anche la cacca del cane finge da fertilizzante naturale la bustina fa da contrasto e quello che doveva deteriorarsi e trasformarsi in concime diventa veleno. Poi la precisazione finale: “Questi bidoni hanno anche il porta cicche di sigarette e mi raccomando prima di buttarla ma spegnetela. L’altro giorno difronte la comunità per fortuna e stato un piccolo incendio di uno di questi bidoni perché qualche fumatore intelligente aveva pensato bene di buttarla accesa. L a cicche di sigarette nel mare ho terra ci impiega 100 Anni per autodistruzione”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui