lapugliativaccina.regione.puglia.it
aqp-sa-di-futuro

Disciplina all’uso dei monopattini elettrici, approvata a maggioranza la proposta di legge al Parlamento presentata dal Gruppo della Lega Puglia, con l’obiettivo di modificarla. In particolare, lo scopo dell’iniziativa legislativa è quello di rafforzare, mediante la modifica di alcuni commi dell’art. 1 ter del decreto legislativo 121 del 2020 (convertito in legge 156 del 2021), le misure per la circolazione in sicurezza.

Queste ultime non riguarderebbero solo gli utilizzatori dei monopattini elettrici, ma anche degli altri utenti della strada, prevedendo l’obbligo generalizzato di stipulazione della polizza per responsabilità civile verso terzi, in considerazione del rischio che l’uso del mezzo possa causare danni a terzi. Inoltre, si propone  anche di estendere l’obbligo di indossare idoneo casco protettivo a tutti i conducenti dei monopattini elettrici, anche maggiori di 18 anni.

Immediate le voci da parte delle altre forze politiche, tra queste il M5s. “È inaccettabile – commenta la consigliera Antonella Laricchia a margine della votazione – che i consiglieri di maggioranza del M5S vadano contro quanto fatto dal Movimento 5 Stelle in Parlamento e nelle altre Regioni, votando a favore della proposta di legge presentata dal consigliere Bellomo per limitare l’uso dei monopattini elettrici, solo perché la stessa proposta aveva il parere favorevole del governo regionale. In questo modo si va contro i principi del Movimento 5 Stelle, che da sempre si batte per la mobilità sostenibile, al solo fine di adeguarsi a quello che dice la maggioranza. L’unica a battersi per i nostri valori resto io, che ho votato convintamente contro la pdl come ha fatto il M5S in Parlamento e in Regione Lombardia” – ha sottolineato.

“Il M5S in Lombardia – prosegue ancora Laricchia – ha votato contro questa proposta di legge, con il capogruppo Nicola Di Marco che ha definito una battaglia ideologica lo stucchevole tentativo di mettere una bandierina politica contro un mezzo di trasporto sostenibile, reo di essere stato introdotto in Italia dal Movimento Cinque Stelle. In sede di esame di questa proposta alla Camera, è intervenuto in Commissione Trasporti il nostro Diego De Lorenzis che ha sottolineato che le regole per i monopattini già esistono e che la proposta tenta di porre limitazioni più restrittive, sulla base della presunzione di un’intrinseca insicurezza del mezzo: in realtà il problema è la generale mancanza di sicurezza sulle nostre strade causata soprattutto dagli automobilisti, che guidano veicoli più veloci e più pesanti, con il rischio di criminalizzare gli utenti della strada più vulnerabili’. Non possiamo scoraggiare la mobilità sostenibile, per questo è triste che i colleghi del Movimento 5 Stelle abbiano votato a favore della proposta di legge” – conclude.

Foto repertorio


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui