BARI – “E’ la prima volta che paro un rigore da quando sono professionista, sono contento di averlo fatto in una partita per noi importante”. Il protagonista della gara dell’Avellino, Alessandro Micai, cerca di restare con i piedi per terra: “Faccio parte di un gruppo fantastico – prosegue – che mi ha messo subito a mio agio e spero di averli ripagati con la mia prestazione. Ho la fortuna di lavorare con professionisti come Enrico Guarna. Prima di Avellino mi ha detto: “Non sei più un giovane ormai sei in grado di affrontare queste partite”. Aveva ragione”. Il portiere torna sulla sfida di sabato scorso: “E’ stata una partita impegnativa sotto tutti i punti di vista – continua – abbiamo faticato molto dopo l’espulsione, ma alla fine siamo usciti imbattuti. Era importante non perderla, è abbiamo anche avuto la possibilità di chiuderla a nostro favore. Personalmente mi sentivo pronto e sempre sul pezzo, molto tranquillo”. Micai si candida ad una conferma: “Non ho avuto grosse esperienze finora, quindi questo è stato un test vero. Ma è già alle spalle ed ora guardo al prossimo. Spero di aver messo in difficoltà il mister per la prossima partita, lavoro per farmi trovare pronto. Perché non credere ad una riconferma tra i pali contro il Latina?”. Sul suo primo rigore parato in carriera svela un piccolo aneddoto: “Ho guardato su internet alcuni video di Castaldo e mi sono fatto un’idea di come poteva calciarli. Anche il nostro preparatore Onesti mi ha suggerito di buttarmi sulla mia destra. Diciamo che mi è andata bene”. Una parata che Micai dedica allo zio scomparso. “Era un portiere come me, ora non c’è più, in quel momento ho pensato a lui”. Infine, un ringraziamento a chi lo ha portato a Bari, il tecnico Mangia: “Ha puntato su di me a Varese poi mi ha portato a Palermo e permesso di avere alcune convocazioni in nazionale di Lega Pro. Devo tutto a questo uomo”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here