BARI – Indagine della Camera penale di Bari sul carcere. Dopo il suicidio di un detenuto, Gaetano Sassanelli, presidente della Camera Penale, insieme a Filippo Castellaneta, responsabile della commissione “Carcere ed esecuzione penale”, ha disposto delle verifiche interne. “Il carcere di Bari, a detta delle organizzazioni sindacali,  è una struttura  inadeguata e presenta notevoli carenze ed insufficienze soprattutto dal punto di vista del trattamento sanitario dei detenuti – scrivono in una nota – con particolare riguardo alle sintomatologie psichiatriche. In tali condizioni, appare difficile attuare il principio Costituzionale della finalità rieducativa della pena ed assicurare ad ogni persona detenuta quel trattamento “individualizzato” previsto dall’articolo 1 dell’ordinamento penitenziario”. La Camera penale aggiunge che “il gesto drammatico del detenuto 50enne è l’ultimo di una serie di altri suicidi e di tentativi di suicidio che denotano il grave stato di sofferenza e di afflittività del regime carcerario”. Per questo saranno avviate tutte le iniziative necessarie per verificare l’effettivo rispetto di tutti i diritti delle persone detenute, “in primis – conclude la nota –  quello ad un trattamento ispirato a principi di umanità, nel rispetto di quanto previsto dalla legge”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here