\r\n

\r\n

BARI –  Entro l’estate al via la rivoluzione del traffico in centro. Saranno 115 gli incroci del Murattiano, di Madonnella e del Libertà nonché quelli lungo le arterie principali come l’estramurale Capruzzi, viale Kennedy, viale Einaudi e via Gentile che saranno dotati di semafori intelligenti.

\r\n

E’ quanto prevede il bando da 2 milioni e 200mila euro che il Comune ha affidato, in via definitiva, all’Ati composta da Project Automation di Monza, la Semaforica e Nuova Tre Esse, aziende leader nel mercato dell’automazione.

\r\n

I semafori saranno messi a sistema e, in base ad un congegno sistemato sopra gli impianti, saranno in grado di trasmettere alla centrale della polizia municipale informazioni sul numero di auto presenti su una determinata strada e sui tempi di percorrenza. In questa maniera il Comune potrà intervenire in tempo reale, per fare defluire il traffico e ridurre i tempi di attesa agli incroci.

\r\n

\r\n

\r\n

\r\n

Nell’ambito del progetto, inoltre, saranno sostituite oltre 1100 lanterne, attualmente dotate di lampade a incandescenza di vecchia generazione, con luci a led in grado di garantire un notevole risparmio energetico, una maggiore durata e una migliore visibilità soprattutto in condizioni visive sfavorevoli.  La disponibilità in tempo reale dei dati sulle condizioni di funzionamento di ogni singolo impianto consentirà anche di migliorare la manutenzione e di effettuare gli interventi necessari in tempi molto più rapidi. Le operazioni di manutenzione potranno essere eseguite anche attraverso una app che in remoto consentirà di attivare una serie di interventi manutentivi a distanza.

\r\n

Saranno integrati anche tutti gli impianti automatizzati relativi al traffico, dai pannelli a messaggio variabile alle videocamere per la ztl fino ai pilomat. L’appalto prevede infine la manutenzione di tutte le attrezzature per 48 mesi. I lavori cominceranno entro l’estate.

\r\n\r\n

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here