Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

BARI – Manca solo il via libera della Commissione cultura e spettacolo del Comune e poi sarà tutto pronto. Tra pochi giorni, riaprirà alla città il cinema Royal.\r\n\r\n

\r\n\r\n \r\n

Chiuso dal 2013, il cine teatro di via Q. Sella, inizia una nuova vita con un progetto rivoluzionario che porta la firma di Andrea Costantino e della sua creatura “Anche cinema”, affiancato – nella direzione organizzativa – da Ebe Guerra (avvocato esperto in diritto d’autore e presidente del Centro Studi diritto dello Spettacolo). La sala polifunzionale da 450 posti, ospiterà tutte la arti e le associazioni del territorio. Dunque cinema, musica, teatro, danza, ma anche mostre, reading letterari e poetici, biblioteca, convegni, eventi di vario tipo.

\r\n

“Il Royal sarà un luogo che vivrà tutto il giorno – spiega Andrea Costantino – e il pubblico non sarà solo “consumatore” ma anche protagonista di questo spazio”. Sarà anche un cinema per le famiglie: è previsto infatti uno spazio dedicato ai bambini che potranno giocare – in un luogo sicuro – mentre i genitori guardano un film. Spazio anche per i diversamente abili. Unica in tutta Italia, una pedana che può accogliere sino a 39 carrozzine oltre agli accopagnatori. Il Royal, nell’idea di Costantino, potrebbe diventare una sorta di “temporary home” della cultura e dell’aggregazione. A breve sarà pronto anche un ristorante nel retro del cinema. Un unico contenitore, quindi, che mette insieme arte e intrattenimento a un passo dal centro. In un momento in cui i cinema della città si spengono – per la spietata concorrenza dei multisala – questa di oggi è una grande vittoria.

\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui