Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

BARI – Ha provato a giustificarsi sostenendo di avere avuto un improvviso impegno professionale, ma non è riuscito ad evitare la multa da 300 euro. Gianpaolo Tarantini continua a far parlare di sé, questa volta per non essersi presentato in Tribunale per un’udienza a Bari dove era stato citato come testimone. Il processo è quello in cui è imputato per il reato di millantato credito il consigliere regionale del Pd Michele Mazzarano. Stando all’ipotesi accusatoria, Mazzarano avrebbe promesso ad una cooperativa foggiana di fargli vincere una gara da 600 mila euro alla Asl di Taranto e in cambio avrebbe ricevuto 60 mila euro. I fatti risorgono all’estate 2008. A riferire la vicenda agli inquirenti baresi era stato proprio l’imprenditore Gianpaolo Tarantini che è stato chiamato in aula per confermare o smentire quanto raccontò alla Procura di Bari. Ma ieri Gianpi non si è presentato, si è limitato a far pervenire un fax al Tribunale in cui giustificava l’assenza a causa di “improvvisi e improrogabili impegni di lavoro”. Il giudice ha ritenuto la giustificazione insufficiente, così lo ha multato e convocato nuovamente per il prossimo 6 luglio.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui