BARI – Un terzo dei tirocinanti che ha partecipato al bando dei Cantieri di cittadinanza del Comune ha trovato un lavoro. E’ il bilancio tracciato dall’assessore alle Politiche educative Paola Romano. Il progetto mira al reinserimento lavorativo e sociale di baresi in condizioni di povertà: sono stati effettuati 1970 colloqui per 365 cantieri. Ben 19 tirocini formativi sono stati trasformati in altrettanti contratti di lavoro a tempo indeterminato e determinato. “Dall’ultimo dato che abbiamo annunciato alla fine del 2015 i risultati continuano a essere incoraggianti – dichiara l’assessore Paola Romano-. Sul progetto dei “Cantieri di cittadinanza” che ha riguardato la fascia di popolazione per molti versi più colpita dalla crisi del mercato del lavoro (30-55), siamo passati da 4 a 10 assunti su un totale di 27 generic cialis tirocini terminati. Questo significa che più di un terzo delle persone che ha concluso il periodo di tirocinio, oggi ha un contratto di lavoro. Siamo soddisfatti anche della risposta che abbiamo sul progetto Neb.soc che ha riguardato cittadini con più di 55 anni, segnalati dai servizi sociali. Anche in questo caso i numeri crescono, seppur più lentamente, da 7 a 9, confermando la volontà delle imprese del territorio di investire sulla professionalità e l’esperienza di tanti nostri concittadini”. Soddisfatto il sindaco Antonio Decaro.  “Contiamo nei prossimi mesi – dichiara – di attivare un secondo ciclo del progetto cantieri di cittadinanza che potrà incrociarsi con le altre misure promosse dalla Regione Puglia, per aiutare coloro che vivono momenti di difficoltà a causa della drammatica crisi economica che ha colpito negli ultimi anni anche la nostra regione”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...