Cabtutela.it
acipocket.it

“Nessun rappresentante istituzionale, né tanto meno corone di fiori o un manifesto commemorativo, da parte del Comune di Bari, nel giorno dell’anniversario della nascita di Araldo di Crollalanza, ma solo degrado e rifiuti abbandonati nei giardini di Piazza Eroi del Mare dove campeggia il mezzobusto del podestà. Anche questo 19 maggio è trascorso nel silenzio assordante del Comune di Bari che ha dimenticato, da qualche anno, di rendere omaggio alla memoria di un intelligente, onesto, dinamico e concreto servitore dello Stato i cui meriti di amministratore e legislatore sono stati riconosciuti anche dai suoi avversari politici. Oggi, le istituzioni ricordano Araldo di Crollalanza con un tappeto di rifiuti a ridosso del suo mezzobusto. I giardini di piazza Eroi del Mare sono, infatti, lasciati al degrado e tra le aiuole spuntano cartacce e immondizia di ogni genere. Eppure, basta guardarsi intorno per ricordarsi quello che l’ex podestà di Bari ha contribuito a realizzare per la sua città: la Fiera del Levante, il lungomare, il porto, l’Università oltre ai numerosi interventi per prevenire alluvioni ed allagamenti. Mai come oggi commemorare questa eccellente figura politica sarebbe un esempio di moralità ed onestà per i nostri giovani. L’uomo, che aveva costruito città e province, come scriveva Indro Montanelli, non aveva né una casa, né un palmo di terra, né un conto in banca”.\r\n\r\nFilippo Melchiorre, consigliere comunale Fdi – An


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui