Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

 \r\n

La creazione di un orto biologico, visite didattiche nel parco 2 Giugno, attività di laboratorio settoriale, corsi di pallamano, iniziative sul tema della legalità, con un’attenzione particolare rivolta alle periferie. Sono alcune delle iniziative previste nell’ambito dei progetti estivi finanziati dall’assessorato al Welfare con parte delle risorse rivenienti dal 5×1000 dell’anno 2014 (relativo all’anno d’imposta 2013), pari a 35mila euro, e finalizzati all’inclusione sociale in favore di minori con disabilità differenti e disagio socio-economico.

\r\n

I progetti, tutti gratuiti per gli utenti – minori dai 6 ai 18 anni -, intendono creare spazi di socializzazione e integrazione con obiettivi educativi tesi a sviluppare la cultura dell’inclusione, oltre che supportare nella gestione dei propri figli le famiglie dei bambini e ragazzi coinvolti durante parte del periodo estivo.

\r\n

Sono cinque i progetti ammessi a finanziamento, che coinvolgeranno complessivamente 120 minori, di cui 26 con disabilità, individuati dai servizi socio-educativi dei Municipi e dalle strutture del welfare cittadino convenzionate con il Comune di Bari. Si tratta di “E…stiamo con te” dell’oratorio San Marcello di Ceglie del Campo, “Social Park” della cooperativa sociale Progetto Città, “Guardare intorno, guardare avanti” della parrocchia Natività di nostro Signore di San Pio, “Dal bello il bene” del centro socio-educativo diurno “Volto santo” del Municipio IV e “L’orto dei popoli” dell’APS Farina 080 onlus.

\r\n

La maggior parte delle attività si svolgerà in quartieri periferici della città, come San Pio, Ceglie, Carbonara, Loseto e Japigia. I ragazzi potranno confrontarsi tra loro, anche se per un breve periodo di tempo, nel corso di iniziative formative, alcune delle quali particolarmente innovative come la creazione e la cura di un orto biologico (dalla semina al raccolto dei prodotti), la realizzazione di una mappa interattiva e partecipata di parco 2 Giugno a seguito di un percorso all’interno dell’area verde, laboratori specifici sulla lavorazione del legno e tematici sulla legalità, equitazione, uno spettacolo teatrale e la pratica sportiva della pallamano.

\r\n

“Quest’anno abbiamo voluto che i fondi del 5×1000 – dichiara l’assessora al Welfare Francesca Bottalico – rappresentassero un’occasione per offrire ai ragazzi delle periferie un’ulteriore opportunità socio-educativa, a partire dalle stesse realtà che operano quotidianamente nei quartieri, dalle parrocchie alle associazioni. Una proposta che si aggiungerà al ricco programma predisposto per la stagione estiva dall’assessorato al Welfare, in rete con le agenzie educative e i Municipi. Più di 100 eventi per un coinvolgimento che speriamo possa essere più vasto possibile al fine di offrire a tutti e tutte, anche a chi ha abilità differenti, momenti di relax e socializzazione nonostante la permanenza in città. Sono iniziative che hanno l’obiettivo di favorire l’inclusione sociale attraverso percorsi che promuovano il contatto con la natura, tra coetanei e con gli animali, affinché ogni occasione possa diventare un momento di crescita. Le risorse del 5×1000 tornano così alla città, in particolare alla parte più fragile della cittadinanza, grazie a iniziative ideate dagli stessi cittadini, in modo che ogni contributo possa diventare generativo per altri progetti e attività, in grado di trasformarsi in un servizio per i più piccoli, restando così patrimonio dell’intera comunità. Mi auguro che nei prossimi anni il 5×1000 destinato al Comune possa crescere ancora in maniera tale da valorizzare progetti di innovazione sociale che difficilmente trovano una copertura finanziaria con i fondi ordinari destinati al welfare”.

\r\n

\r\n

Di seguito una breve sintesi dei cinque progetti ammessi a finanziamento:

\r\n

\r\n

E…STIAMO CON TE (oratorio San Marcello di Ceglie del Campo)

\r\n

29 agosto-21 settembre

\r\n

20 minori, di cui 5 con lievi disabilità

\r\n

\r\n

Il progetto intende costruire le tappe di un percorso emotivo e di vissuto dei partecipanti attraverso l’inclusione e l’integrazione. Tra le attività in programma, laboratori da svolgersi presso l’oratorio a conclusione dei quali sarà messo in scena uno spettacolo teatrale strutturato sulle emozioni vissute nel corso dell’itinerario alla base della relazione del ragazzo con sé, gli altri, la città e la natura. Sono previste inoltre delle visite didattiche presso la masseria Chinunno, tra Altamura e Acquaviva delle Fonti, lezioni individuali di equitazione, visite guidate presso il Castello di Ceglie con animazione e giochi a tema, attività ludiche e spettacolo teatrale finale nel teatro “Besozzi” di Ceglie.

\r\n

Info: giuegiu@libero.it – 391 3236792 oppure 349 4902599.

\r\n

\r\n

SOCIAL PARK (cooperativa sociale Progetto Città)

\r\n

29 agosto-12 settembre

\r\n

20 minori, di cui 6 con lievi disabilità

\r\n

\r\n

Si tratta di un progetto sperimentale di cittadinanza attiva e inclusione sociale che intende attivare la rigenerazione urbana e sociale di parco 2 Giugno, principale attrattore socio-ambientale della città e “agorà” riconosciuta di incontro e socializzazione intergenerazionale e interculturale. In tale contesto si intende proporre un’azione educativa strutturata e finalizzata all’inclusione sociale di minori a rischio di emarginazione con l’obiettivo di stimolare un flusso esperienziale all’interno del parco attraverso una dimensione “formativa” basata sull’acquisizione di valori ambientalisti e di competenze comunicative e nel campo dell’animazione. Bambini e ragazzi si confronteranno con mini laboratori-cantieri assieme alle loro famiglie di appartenenza al fine di costruire un rapporto con la natura e, al termine, di elaborare, attraverso un’indagine-ricerca sul campo (mini-inchieste e interviste, reportage fotografici e grafici ecc.), una mappa interattiva e partecipata del parco da mettere a disposizione dei cittadini, che potranno ulteriormente arricchirla e personalizzarla. Attraverso la mappa saranno evidenziate proposte e attività da realizzare utilizzando le opportunità che il Parco offre e interventi infrastrutturali leggeri con la realizzazione, ad esempio, di percorsi naturalistici tra le essenze verdi presenti nel parco, la produzione di installazioni artistiche a cielo aperto, la collocazione di una segnaletica informativa interattiva, la proposizione di mini narrazioni itineranti e altro.

\r\n

Info: amministrazione@progettocitta.org oppure 339 1049148.

\r\n

\r\n

GUARDARE INTORNO, GUARDARE AVANTI (parrocchia Natività di nostro Signore di San Pio)

\r\n

25 agosto-7 ottobre

\r\n

30 minori, di cui 6 con lievi disabilità

\r\n

\r\n

I minori saranno coinvolti in percorsi di educazione e formazione che possano offrire loro nuove opportunità di crescita attraverso il coinvolgimento delle risorse principali del quartiere San Pio. Sarà rilanciato, in particolare, il laboratorio di falegnameria e artigianato, già attivato in passato con ottimi risultati. Nel corso dei laboratori sarà possibile apprendere le principali tecniche di lavorazione del legno per la realizzazione di manufatti e piccoli oggetti. L’associazione sportiva dilettantistica Pallamano Bari, inoltre, proporrà circuiti per lo sviluppo motorio e le principali regole e basi per la pratica della disciplina sportiva della pallamano e di altri giochi con la palla.

\r\n

Info: nativita.sspirito@arcidiocesibaribitonto.it – 340 5542560 oppure 333 3977652.

\r\n

\r\n

DAL BELLO IL BENE (centro socio-educativo diurno Volto santo – Municipio IV)

\r\n

23 agosto-30 ottobre

\r\n

25 minori, di cui 5 con lievi disabilità

\r\n

\r\n

Il progetto prevede il coinvolgimento dei partecipanti attraverso laboratori (manualità, creatività, recupero di materiale da riciclo, ludici e artistici) e attività ludiche di vario genere. Obiettivo del progetto è quello di rendere la strada, principale punto di incontro e socializzazione dei minori del territorio, un luogo educativo offrendo agli adolescenti un canale di comunicazione con gli adulti, un supporto nell’elaborazione del concetto di cittadinanza e nello sviluppo delle proprie potenzialità. È previsto il coinvolgimento delle parrocchie del Municipio IV e delle associazioni locali. Saranno, inoltre, proposti ai minori percorsi sulla legalità e sulla “bellezza” tramite l’esempio di testimoni del nostro tempo come don Pino Puglisi, Giuseppe Impastato, Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, madre Teresa di Calcutta, ecc., che rappresenteranno il filo conduttore delle varie attività.

\r\n

Info: sfabari@alcantarine.org – 080 5010494.

\r\n

\r\n

L’ORTO DEI POPOLI (APS Farina 080 onlus in partenariato con le cooperativa socialiSemi di vita e Puglia che vai di Japigia)

\r\n

19 settembre- 28 ottobre

\r\n

25 minori, di cui 4 con lievi disabilità

\r\n

\r\n

Il progetto è volto alla realizzazione di una serie di attività didattiche e culturali che promuovono la conoscenza del ciclo produttivo dei prodotti biologici e la diffusione di una informazione corretta sul consumo responsabile. L’asse portante del progetto ruoterà intorno alla creazione di un orto biologico nel quartiere Japigia, con l’obiettivo di creare uno spazio di socializzazione dinamico a diretto contatto con la natura. Alla cura e alla gestione dell’orto in tutte le sue fasi, dalla semina al raccolto, si aggancerà un’attività di sensibilizzazione finalizzata a combattere lo spreco di cibo, sviluppando nei destinatari finali conoscenze e competenze sui temi della sostenibilità ambientale, delle biodiversità, della dieta mediterranea e del consumo responsabile.

\r\n

Attraverso le attività di semina, cura e raccolto i ragazzi potranno apprendere i principi dell’educazione ambientale e alimentare, in un contesto favorevole al loro benessere fisico e psicologico, imparando a prendersi cura del proprio territorio. I partecipanti impareranno a conoscere ciò che mangiano producendolo da soli, rispettando le risorse del nostro pianeta.

\r\n

A questo si affiancherà un percorso culturale e informativo sulla conoscenza e il rispetto del cibo. Il progetto si concluderà con un grande momento di convivialità, aperto anche alle famiglie dei partecipanti, nel corso del quale saranno degustati piatti preparati utilizzando cibo “a rischio spreco”, oltre che i frutti dell’orto biologico.

\r\n

\r\n

\r\n

Per informazioni contattare il Segretariato sociale della ripartizione Servizi alla persona, in piazza Chiurlia – secondo piano, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle 12.30 oppure contattare i numeri 080 5772515 – 080 5772508.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui