Cabtutela.it
acipocket.it

“L’Anci non ha porte e non ha finestre. È trasparente, è fatta da sindaci e i sindaci sono delle brave persone”. Antonio Decaro, neo presidente dell’Anci, presenta le prossime battaglie dell’associazione durante il suo mandato. E lo fa invitando tutti all’unità, a cominciare dai Cinque Stelle.  “Dobbiamo essere uniti. Costituiremo la commissione trasparenza con i sindaci Cinque Stelle – spiega –  c’è bisogno di controllare i conti? Abbiamo un ufficio tesoreria. Se non staremo uniti non saremo più forti agli occhi dei cittadini, dei gruppi parlamentari, del governo”.\r\n\r\nDecaro ribadisce la volontà dell’Anci di entrare a fare parte dell’agenda del governo. “Noi vogliamo essere interpellati su quei temi che hanno un impatto diretto sui comuni, penso all’immigrazione, allo sblocco del turnover, alla bonifica dei siti inquinati. Si è chiusa la stagione dei tagli, ora vogliamo guardare ad una fase nuova. Da oggi comincia un confronto serrato con tutti e se saremo uniti saremo più credibili”.\r\n\r\nConclude il suo discorso leggendo (e commuovendosi) il biglietto lasciato da sua figlia Chiara: “Papà io ti aspetto e tu arrivi tardi. Spero arrivi presto così ci abbracciamo”. “Stamattina – ha detto –  le ho spiegato che quello che facciamo lo facciamo anche per lei e quando sarà grande lo capirà”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui