Cabtutela.it
acipocket.it

Tutoraggio, campo scuola estivo, supporto alle madri adolescenti, gite per anziani, la creazione di un coro, ma anche un corso per conseguimento del brevetto di bagnino, teatro sociale e weekend formativo in una masseria didattica. Sono questi gli otto progetti per cui saranno stanziati il prossimo anno oltre 250mila euro dal primo Municipio cittadino.\r\n\r\nProgetti per i minori disagiati\r\n\r\nMolti dei progetti per cui è stato stanziato un contributo si rivolgono a minori in particolari difficoltà economiche o sociali. Ecco quindi che per 60 bambini disagiati – di cui 20 diversamente abili – sarò attivato un programma di tutoraggio sociale con educatori che aiuteranno anche le famiglie a reinserirsi nella società. Le attività prevedono poi anche campi estivi e persino progetti legati alla musica: 40 minori – 20 residenti nei quartieri Japigia, Torre a Mare e Madonnella e altrettanti nei quartieri Libertà, San Nicola e Murat – prenderanno lezioni di canto corale con un maestro professionista e andranno a formare il “Coro del mare”.\r\n\r\nUno dei progetti inoltre supporterà le madri minorenni separate, divorziate o vedove in condizioni di disagio economico attraverso iniziative riguardanti l’accoglienza, l’ascolto, con servizi di consulenza medico,legale e professionale, oltre ad incontri di gruppo tra le partecipanti.\r\n\r\nLa gita per anziani\r\n\r\nNon tutti i progetti sono però dedicati ai minori. Tra le categorie svantaggiate ci sono anche gli anziani, per cui il primo Municipio ha stanziato quasi 8mila euro per l’organizzazione di quattro gite, ognuna della durata di un giorno, a cui prenderanno parte 400 persone. Per loro sono previste visite in località pugliesi importanti da un punto di vista culturale e naturalistico.\r\n\r\n”Abbiamo voluto finanziare un ricco programma di attività rivolto soprattutto ai minori del primo Municipio che vivono in condizioni di disagio economico e sociale – commenta il presidente del primo Municipio Micaela Paparella – senza trascurare le giovani madri in difficoltà, perché prive di una rete familiare e affettiva, e gli anziani, che rappresentano una buona parte dei residenti del territorio. Crediamo fortemente nel valore di questi progetti in quanto offrono un sostegno adeguato a tanti adolescenti a rischio devianza, attraverso esperienze di socializzazione, conoscenza e apprendimento sia in ambito sportivo sia in ambito formativo e artistico, anche nel periodo estivo”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui