Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, Coop Alleanza 3.0 parteciperà alle iniziative organizzate nell’ambito del programma promosso dall’assessorato al Welfare “Generare culture non violente”, attraverso la campagna solidale “Noi ci spendiamo, e tu?”, a supporto delle realtà che sostengono le vittime di soprusi e maltrattamenti.

\r\n

Le iniziative della Coop

\r\n

Venerdì 25, sabato 26 e domenica 27 novembre i punti vendita Coop di Bari destineranno l’1% delle vendite dei prodotti a marchio Coop al Centro antiviolenza del Comune di Bari per sostenere la realizzazione di progetti a sostegno alle donne vittime di violenza. Per l’occasione sarà allestito un punto informativo a cura dei soci volontari, verrà affissa una campagna informativa e nel corso delle tre giornate saranno organizzati, in collaborazione con il centro, degli eventi a tema per dare maggiore visibilità all’iniziativa e comunicare ai consumatori progetti e interventi che potranno essere realizzati grazie al loro contributo. In particolare, nel centro di Japigia sarà proiettato il cortometraggio “La violenza non va custodita. Si alzi il sipario”, nell’Ipercoop Pasteur si terrà un reading di storie di violenza con “lieto fine” e a Santa Caterina avrà luogo una proiezione di filmati sul tema della violenza. Tutti gli appuntamenti si svolgeranno dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 17 alle 19.

\r\n

“Voglio ringraziare la Coop per la sua adesione a una serie di iniziative e programmi avviati dal welfare, da Bari Social Book alla rete di Generare culture non violente – commenta l’assessore al Welfare Francesca Bottalico – mi auguro che questa collaborazione possa diventare una costante compagna di viaggio e un esempio per tante altre attività private. L’adesione della Coop, come di altre realtà locali, dimostra che la dimensione della violenza e della discriminazione nei confronti di chi è più fragile riguarda tutti, donne e uomini, adulti e bambini e che solo un cambio di mentalità e di approccio a queste dinamiche può fare la differenza”.

\r\n

Le iniziative in città

\r\n

Sempre nella giornata di venerdì 25 il programma Generare culture non violente – realizzato in collaborazione con la rete cittadina che conta un centinaio di realtà locali pubbliche e del privato sociale – prevede una serie di appuntamenti nelle scuole, nei centri convenzionati con l’assessorato al Welfare e a teatro. Qui l’elenco delle iniziative:

\r\n\r\n

    \r\n

  • “La violenza raccontata dai ragazzi e dalle ragazze in 3 D” – Laboratorio di costruzione di una storia organizzato da Caf/Cap Libertà (ingresso riservato agli utenti del servizio) dalle 18 alle 20, nella sede del Caf/Cap Libertà, in via Martiri D’Otranto 65.
  • \r\n

  • “In-between”, mostra fotografica organizzata dall’associazione “Fotografi di Strada” (ingresso gratuito senza prenotazione) dalle 18 alle 20.30 in Sagarriga Visconti 140.
  • \r\n

  • Spettacolo teatrale a cura della società cooperativa “Animalenta” (ingresso a pagamento con prevendita) alle 21.00, al Teatro Abeliano, in via padre Kolbe 3. “Farfalle”, scritto e diretto da Ilaria Cangialosi, con Sara Bevilacqua, Arianna Gambaccini, Angela Iurilli e Ilaia Cangialosi.
  • \r\n

  • “Destrutturare gli stereotipi di genere per prevenire la violenza sulle donne” – Laboratorio esperienziale organizzato dal progetto “Di che genere sei?” di Tiziana Mangarella (ingresso riservato alle scolaresche prenotate) dalle 11 nella sede del liceo delle Scienze sociali “Bianchi Dottula”, in corso Mazzini 114.
  • \r\n

  • “Amore è…Amore non è…” – Mostra collettiva organizzata da Centro aperto polivalente per minori di Carrassi – San Pasquale (ingresso gratuito senza prenotazione) dalle 15,30  alle 18,30 nella sede del Caf/Cap Picone Poggiofranco, in via Carrante 5.
  • \r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui