Nuove giostre nel giardino don Tonino Bello del Villaggio Trieste. Pulizia di via Tatarella e via Caldarola. Questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso ha effettuato una serie di sopralluoghi.

\r\n

Il primo, cui ha partecipato anche il presidente del Municipio III Massimiliano Spizzico, riguarda il villaggio Trieste, dove a fine agosto l’amministrazione aveva preso degli impegni con i residenti e con il parroco della chiesa San Enrico, don Giorgio Lionetti, relativi ad interventi di manutenzione da eseguire in alcune porzioni del giardino don Tonino Bello e in altri spazi limitrofi antistanti la parrocchia. Tra questi, al fine di consentire l’uscita dei parrocchiani in sicurezza, vi era l’allargamento del marciapiede antistante la chiesa che è stato completato con la realizzazione di uno scivolo che consente l’accesso diretto in chiesa alle persone diversamente abili. Anche le attrezzature ludiche del giardino sono state riparate e, in alcuni casi, sostituite e, allo stesso tempo, è stata creata una zona riservata esclusivamente ai giochi. Sono state, inoltre, sostituite tutte le lampade presenti nel giardino con altre più potenti al fine di illuminare maggiormente l’area: nei prossimi giorni si procederà con la sostituzione del palo di pubblica illuminazione, posto al centro del giardino, con un altro con più braccia. Sarà anche sistemato il quadro di comando dell’impianto di irrigazione, danneggiato perché spesso manomesso da vandali, e realizzata la potatura delle piante e degli alberi all’interno del giardino e lungo il viale.

\r\n

“In questi mesi – ha dichiarato Giuseppe Galasso – stiamo procedendo con le acquisizioni delle aree pubbliche del villaggio Trieste, come stiamo facendo per le aree di Japigia, in modo tale da poter intervenire con le manutenzioni direttamente e rispondere in modo più rapido e adeguato alle richieste dei residenti”.

\r\n

Il sopralluogo è proseguito al quartiere San Paolo, dove sono in corso dei lavori per la modifica del tragitto della linea urbana Amtab numero 3, per far sì che i bus transitino nei pressi di via Olbia, attualmente non servita dai mezzi pubblici locali. Diverse famiglie, infatti, da tempo richiedono un intervento in tal senso. Quindi, attraverso una leggera correzione del percorso, sarà possibile far transitare i mezzi della linea 3 da un tratto di via Piemonte. “Abbiamo già modificato la segnaletica e alcuni sensi di marcia, rendendo delle strade a senso unico e programmando due nuove fermate – ha continuato Galasso -. La settimana prossima procederemo con i lavori di allargamento di un marciapiede su cui sarà montata la pensilina utile durante l’attesa dei cittadini presso la nuova fermata del bus e termineremo la segnaletica orizzontale vicino le due nuove fermate”.

\r\n

L’assessore Galasso si è poi recato in via Tatarella dove sono cominciati gli interventi di potatura degli oleandri nello spartitraffico centrale, lungo l’intero asse viario che va dalla rotatoria nei pressi dell’azienda Deodato fino al tondo di Carbonara. Questi lavori, finalizzati ad evitare problemi alla visuale di automobilisti e motociclisti a causa della sporgenza eccessiva dei rami, dureranno circa due settimane per proseguire fino in via Trisorio Liuzzi (in direzione del supermercato Famila).

\r\n

Interventi sulla vegetazione sono in corso di realizzazione anche nelle aree oggetto del cantiere per la realizzazione delle due rotatorie in via Caldarola, dove questa mattina sono iniziate le operazioni di sfalcio di erba e arbusti. Entro domani saranno sistemati tutti gli spazi a verde interessati dai lavori, nel tratto compreso tra viale Magna Grecia e via Salapia.

\r\n

Infine, l’assessore ai Lavori Pubblici si è recato sul cantiere nella scuola media “Michelangelo”, in via Straziota nel Municipio II, dove questa mattina sono cominciati i lavori per aumentare lo spazio riservato al parcheggio delle automobili. “L’intervento si è reso necessario a seguito di una richiesta pervenuta dalla dirigente scolastica – ha concluso Giuseppe Galasso – che lamentava i pochi spazi a disposizione per la sosta delle auto dei genitori alle prese con l’uscita da scuola dei ragazzi. Dunque utilizzeremo un’ampia area all’interno del recinto scolastico per ricavarne un significativo numero di posti per le auto dei docenti e dei genitori stessi. Abbiamo anche rimosso tutti gli archetti metallici su via Straziota, che costituivano un ostacolo all’apertura degli sportelli delle autovetture”

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here