Cabtutela.it
aqp.it
ferrovieappulolucane.it

Con l’arrivo dell’inverno non accenna a diminuire il problema dei ratti in città, che aveva causato più di una polemica nel periodo estivo. Per ovviare alla situazione, da Palazzo di città è stato predisposto un piano speciale per il contenimento dei roditori, attraverso interventi mirati in più di 300 aree cittadine. Gli operatori dell’Amiu sono partiti a sistemare le esche già dallo scorso 12 dicembre e proseguiranno fino ad aprile.\r\n\r\nLe esche aromatizzate alla granella di cereali e alla vaniglia\r\n\r\nA darne notizia è l’assessore all’Ambiente Paolo Petruzzelli.  “Come di consueto ha dichiarato l’assessore – si registrano dei picchi di avvistamenti dei roditori nei mesi primaverili e all’inizio dell’inverno, che rappresentano i momenti dell’attività di ricerca di nuove tane e nuove nicchie con spostamenti che determinano allarme per gli avvistamenti da parte della cittadinanza”.\r\n\r\nPer stanare la specie più diffusa a Bari, il “ratto norvegicus”, non verranno utilizzate esche velenose – non adatte a eradicare le colonie, come spiega Petruzzelli -, bensì aromatizzate alla granella di cereali e alla vaniglia. Verranno lasciati nelle aree verdi e nei cespugli e saranno a prova di bambino, poiché contengono una sostanza di sapore amaro per l’essere umano.\r\n\r\nL’assessore Petruzzelli: “Fondamentale la collaborazione dei cittadini”\r\n\r\n”In tutte le città del mondo si registra la presenza di ratti – spiega l’assessore Petruzzelli -. Anche a Bari il fenomeno è presente e l’obiettivo dell’amministrazione comunale, grazie all’impegno dell’Amiu, è quello di tenere sotto controllo la situazione. Quest’anno per la prima volta si sta intervenendo con un programma dettagliato e puntuale di interventi che saranno ripetuti periodicamente all’interno di tutti gli spazi verdi della città. Naturalmente, anche in questo caso, la collaborazione dei cittadini è fondamentale per ridurre al minimo gli scarti di cibo o i rifiuti abbandonati per strada”.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui