Cabtutela.it
acipocket.it

Ortodonzia, viticoltura, biotecnologia, ma anche produzioni audiovisive e moda. Le scuole superiori di Bari e provincia sono pronte ad offrire nuovi corsi serali ed indirizzi di studio che affrontano settori sempre più diversificati.\r\n\r\nA presentare le 11 novità previste dal Piano di dimensionamento della rete scolastica e programmazione dell’offerta formativa – approvato oggi dal Consiglio metropolitano in attesa del parere della Giunta – per l’anno scolastico 2017/2018 è il consigliere della Città metropolitana Vito Lacoppola. Il documento segue l’entrata in vigore del decreto del Miur e dell’Ufficio scolastico Regionale per la Puglia che ha ripartito gli istituti scolastici superiori della provincia barese in sette ambiti territoriali, così come previsto dalla legge n.107 del 2015. Si è cercato così di evitare che nella stessa area ci fossero due sedi che presentano la stessa tipologia di corso, che avrebbero visto così una frammentazione delle iscrizioni.\r\n\r\nI nuovi corsi attivati \r\n\r\nIl piano prevede l’attivazione dei seguenti nuovi indirizzi e corsi serali in città: un corso serale produzioni audiovisive e odontotecniche nell’istituto professionale “Santarella” di Bari e un corso serale nel settore tecnico e tecnologico – con indirizzo trasporti e logistica – all’istituto tecnico “Euclide” di Bari. Sono diverse anche le nuove attivazioni per gli istituti della provincia: il tecnico “Ferraris” di Molfetta ospiterà l’indirizzo chimica materiali e biotecnologia – articolazione su biotecnologie ambientali, al tecnico “Tannoia” di Corato verrà invece attivato l’indirizzo agrario, agroalimentare, agroindustria – articolazione su produzioni e trasformazioni, nell’istituto “Alpi – Montale” di Rutigliano invece l’indirizzo agraria, agroalimentare, agroindustria – articolazione su viticoltura e enologia.\r\n\r\nAll’istituto tecnico “Pietro Sette” di Santeramo in Colle verrà attivato l’indirizzo meccanica, articolazione su tecnologia del legno, l’istituto professionale “De Lilla” di Polignano a mare ospiterà l’indirizzo produzione audiovisivi – articolazione su industria, l’istituto professionale “De Nora” di Altamura vedrà invece un corso di servizi socio – sanitari e odontotecnico, l’istituto professionale “Luxemburg” di Acquaviva delle Fonti un corso serale di servizi socio – sanitari, l’istituto tecnico “Da Vinci – Galilei” di Noci ospiterà un corso in scienze umane – opzione economico e sociale, mentre nella sede di Gioia del Colle verrà attivato l’indirizzo tecnologico e sistema moda.\r\n\r\nIl consigliere Lacoppola: “Così introduciamo i giovani nel mercato del lavoro”\r\n\r\n“L’attivazione dei nuovi indirizzi – afferma il consigliere metropolitano Vito Lacoppola – risponde alle esigenze del territorio in un’ottica di rinnovamento dell’offerta formativa tesa all’introduzione dei nostri giovani nel mercato del lavoro e in linea con le vocazioni agricole, turistiche e imprenditoriale del tessuto socio – economico della nostra area metropolitana. E’ un piano che nasce dalla condivisione e dall’ascolto delle comunità scolastiche, degli enti locali e dei sindacati. Un lavoro delicato e complesso condotto in sinergia con le istituzioni scolastiche provinciali e regionali per rispondere meglio ai tecnicismi della materia”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui