Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

La tifoseria del Bari? E’ già in serie A, da sempre merita la massima serie. Lo dicono i numeri del girone d’andata, insieme al calore del tifo, all’originalità degli striscioni e alla presenza dei Seguaci della Nord nel sociale (dalle iniziative pro Amatrice alla vicinanza con le associazioni solidaristiche del territorio).\r\n\r\nLa classifica degli spettatori della Serie B\r\n\r\nIl Bari è primo per pubblico: alle undici gare dei pugliesi al San Nicola hanno assistito 174170 spettatori, per una media di 15834 tifosi ogni gara. Al secondo posto c’è il Verona, campione d’inverno: al Bentegodi ha registrato 140183 spettatori in dieci gare (in media 14.018). Pubblico numeroso anche per il Cesena: 120152 spettatori su 10 gare (12015 per partita).\r\n\r\nAltra piazza importante? La Salernitana ha avuto nella prima parte della stagione ben 104138 spettatori. Il record negativo? Per il Francioni di Latina con 20298 spettatoti in nove partite, preceduto dal Carpi con 23538 e dallo stadio Gastaldi di Chiavari dove gioca l’Entella con 24722.\r\n\r\nLa partita più seguita\r\n\r\nLa partita con il pubblico record è stata finora Salernitana-Verona (19709 spettatori) seguita da Bari-Salernitana con 18768, al terzo posto Verona-Brescia con 15815. Ulteriore dato rilevante: in ben ad Ascoli, Brescia, Frosinone e Pisa, quando hanno giocato i biancorossi si è registrata la maggiore affluenza stagionale, anche grazie ai sostenitori giunti dal capoluogo pugliese.\r\n\r\nIn totale nelle prime 220 partite della stagione la Serie B ha avuto un seguito di 1495881 tifosi sugli spalti con una media di 6799 per gara.\r\n\r\nIl primato del Bari\r\n\r\nNon è una novità dunque che il pubblico biancorosso sia il più numeroso sugli spalti di casa (ma anche in trasferta brilla per costanza e massiccia presenza). Confrontando con i i numeri della serie A il Bari competerebbe benissimo, avendo un riscontro che lo posizionerebbe al dodicesimo posto della categoria. E se il San Nicola fosse ammodernato e allineato agli standard di confort degli impianti europei, i numeri potrebbero essere ancora migliori. Per investire sullo stadio, però, ci vorrebbe maggiore chiarezza sulla convenzione per la gestione, tema sul quale amministrazione comunale e Bari di Giancaspro non sembrano parlare la stessa lingua.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui