Cabtutela.it

Centinaia di bambini hanno danzato in piazza del Ferrarese per celebrare la Giornata della Memoria. Con un flash mob organizzato dalle scuole elementari Piccinni e Corridoni, i bambini delle classi terze, quarte e quinte hanno ricordato l’anniversario dell’apertura dei cancelli del campo di sterminio di Auschwitz da parte dell’esercito sovietico, episodio che è ricordato ogni anno come simbolo della fine della persecuzione nazista delle minoranze etniche, religiose e politiche che ha insanguinato il Novecento europeo.

Giornata della Memoria

Dopo aver danzato sotto gli occhi delle maestre, dei genitori e della stampa, i bambini hanno visitato la mostra “I luoghi della Memoria”, di Vincenzo Catalano, allestita nelle due strutture temporanee a forma di Stella di David davanti al Palazzo dell’Economia. La mostra è ufficialmente aperta al pubblico dalle 12 di oggi, 27 gennaio, e sarà aperta per un mese tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 20.

La Giornata della Memoria

La Giornata della Memoria a Bari

Sono diversi gli appuntamenti lanciati dal Comune di Bari per ricordare la fine della Shoah. La giornata è incominciata sulle scale del teatro Piccinni, dove il coro degli alunni delle quinte classi della scuola elementare “Piccinni” ha cantato brani di pace e speranza, tra cui “Blowing in the wind” di Bob Dylan. Gli eventi proseguono nel pomeriggio con l’inaugurazione al pubblico della mostra “Primo Levi e il Sistema periodico”, al Museo Civico di Bari. Realizzata grazie a una sinergia tra Accademia di Belle Arti, Cnr, Comune di Bari e Ansi, la mostra – in cui sono esposte 63 tavole ispirate alla raccolta di novelle del 1975 “Il Sistema Periodico” di Primo Levi – sarà aperta fino al 13 febbraio.

Anche la rete del Welfare cittadino si attiva per coinvolgere le giovani generazioni nel ricordo dell’eccidio nazista: dalle 16.15, nel centro diurno per minori “Abracadabra”, saranno letti alcuni stralci del romanzo di John Boyne “Il bambino dal pigiama a righe”, mentre alle 17 nel Centro diurno per minori del quartiere San Nicola, sarà proiettato il film “La vita è bella”, di Roberto Benigni. Sempre alle 17, i minori del quartiere Libertà potranno vedere il film “Jona che visse nella balena”, di Roberto Faenza e – contemporaneamente nel Centro diurno Volto Santo – un giovane kurdo, attualmente sul nostro territorio, racconterà ai ragazzi la sua storia di profugo politico.
Nel centro socio educativo per minori Sant’Antonio, sono state organizzate due iniziative rivolte a due differenti fasce d’età: dalle 15.30 alle 17.30 i bambini tra gli 11 e i 15 anni vedranno il film “l bambino con il pigiama a righe” e i più piccoli (i bambini dai 6 ai 10 anni) dalle 15.30 alle 16.30 ascolteranno la lettura di alcune pagine tratte dal “Diario di Anna Frank”.

Ancora testimonianze nel centro polivalente per minori “Orizzonti”, a San Pio. Con l’evento “La memoria di ieri per non dimenticare oggi” alle 17, i ragazzi ascolteranno l’esperienza di un rifugiato politico. A seguire saranno letti brani tratti da “Se questo è un uomo” di Primo Levi e da “Il diario di Anna Frank”.

La Memoria non termina nella giornata del 27 gennaio: alle 11.30 di domenica 29, la Biblioteca dei ragazzi e delle ragazze nel parco 2 Giugno, ospiterà la presentazione del libro “Stelle di Stoffa” con le autrici Anna Baccelliere e Liliana Carone.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui