Cabtutela.it
acipocket.it

Ieri, come ogni giorno, Borderline24 ha pubblicato oltre 30 notizie: cronaca, politica, sport, cultura, economia, spettacoli, gossip. Abbiamo toccato diversi temi, come proviamo a fare sempre, perché il nostro lavoro è quello di raccontare quello che accade, senza pregiudizi di alcuna sorta e senza “filtri”. Tra le tante notizie pubblicate una ci ha scosso particolarmente e ha aperto anche un dibattito nella nostra redazione: il ritrovamento su una spiaggia di Monopoli di un feto morto. Anzi, di un neonato, perché quel corpicino senza vita aveva quasi 9 mesi.

Una notizia che ci ha frastornato, pur essendo purtroppo abituati a riportare fatti tragici. Anche questo fa parte del nostro lavoro, soprattutto per chi si occupa di cronaca nera. Alla notizia abbiamo deciso di dare risalto, perché riteniamo che un feto di quasi nove mesi gettato su una spiaggia meritasse attenzione e qualche riflessione, da parte nostra e dei lettori. Com’è possibile che nel 2017 accada ancora questo? Non sappiamo ancora chi abbia abbandonato quella creatura, ma poco importa. Che la mamma sia una prostituta costretta ad un parto clandestino o una ragazzina che aveva paura di diventare genitore resta il problema di fondo: una vita spezzata e gettata come immondizia per l’incapacità della nostra società ad evitare che tutto ciò possa succedere. L’incapacità di aiutare chi è in difficoltà, di accompagnare i nostri ragazzi verso una sessualità più matura, l’incapacità di trattare determinati temi, l’incapacità di svoltare culturalmente. Di spunti ce ne sono parecchi, di riflessioni da fare altrettanto. Per tutto questo abbiamo valutato che la notizia meritasse attenzione e risalto sul nostro giornale.

Poi, qualche ora dopo, pubblichiamo una notizia “leggera”, di gossip: la pornostar barese Malena che si rende “protagonista” anche sull’Isola dei famosi. Qualche lettore si indigna per questa pubblicazione, ci critica, annuncia di non volerci seguire più. Tutto legittimo, le critiche sono sempre ben accette perché ci aiutano a crescere, a capire come migliorarci, d’altronde il nostro “pubblico” sono i lettori e solo a loro noi come giornalisti rispondiamo. Oggi, come ogni mattina, abbiamo analizzato i dati delle letture che ogni articolo raccoglie, anche questo fa parte del nostro lavoro perché non possiamo ignorare la “risposta” del pubblico. Con sorpresa ci siamo accorti che la notizia del feto abbandonato ha interessato poco più di 900 persone, l’articolo di gossip su Malena invece ha attratto oltre 6mila lettori. I numeri come sempre aiutano a comprendere e questa volta ci hanno lasciato l’amaro in bocca. Nel 2017 una bimba nata morta e gettata in spiaggia non “fa notizia”, passateci il termine. In altre parole, non interessa, non indigna, non fa arrabbiare. Passa quasi sotto traccia.

E’ questa la vera notizia. Forse dovremmo tutti quanti fermarci un attimo e chiederci dove stiamo traghettando la nostra società, mollare le tastiere e parlarci.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui