Cabtutela.it
acipocket.it

Tredici rappresentanti di organizzazioni e istituzioni da Bonn, Manchester e Ankara in Puglia per conoscere il mondo cooperativo, capire come funzionano le imprese cooperative nella nostra regione, come sono radicate nelle comunità e quali contributi apportano alle economie locali.

Legacoop Puglia ha ospitato per una settimana (dal 22 al 26 maggio 2017) un training internazionale nell’ambito del progetto Etscoop – Educated Trainers Stronger Cooperatives – finanziato dall’Agenzia nazionale turca. Obiettivo del progetto: rafforzare le competenze di chi lavora con  la cooperazione, affinché possano a loro volta favorire lo sviluppo delle imprese cooperative e dei territori in cui operano.

I tredici i rappresentanti delle organizzazioni (Dgrv da Bonn e Cooperative College da Manchester) e istituzioni (da Ankara l’Agenzia per lo Sviluppo, il ministero del Commercio, il distretto per l’Agricoltura e alcuni distretti regionali) si sono confrontati in Puglia sul modello cooperativo, su metodi e strumenti per supportare lo startup cooperativo, soprattutto giovanile, favorire la partecipazione dei soci, coinvolgere le comunità, progettare strumenti finanziari e formativi utili alle cooperative.

“La formazione, il confronto e lo scambio di buone pratiche – sottolinea il presidente Legacoop Puglia, Carmelo Rollo – rappresentano uno strumento strategico per la crescita delle imprese e dei loro manager cooperatori. Per questo cerchiamo di essere protagonisti attivi di queste esperienze di confronto internazionale e incontro con culture cooperative diverse”.

La settimana di studio si è svolta con workshop in aula, utilizzando metodi di formazione dinamiche, e alcune visite in cooperative e strutture, come la Cooperativa Informa di Bari e il servizio per il lavoro Porta Futuro del comune di Bari, la cooperativa agroalimentare Progresso Agricolo a Fasano (Br), Coop.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui