Aumentano le spese di notifica delle multe. A deciderlo la giunta con una delibera firmata il 23 maggio. Si tratta di 27,86 centesimi in più: si passa dai vecchi 13,86 agli attuali 14,60 (a carico del destinatario della sanzione).
La decisione è stata presa in seguito all’aumento dei costi da parte di Poste Italiane a partire dal primo gennaio: questo ha portato la società che ha attualmente in proproga l’affidamento del servizio (in attesa dell’entrata della nuova società che si è aggiudicata l’appalto) a richiedere una maggiorazione nei costi. In particolare dal primo gennaio le nuove tariffe postali risultano pari a 6,80 euro per la consegna di atti giudiziari, 5 euro per la comunicazione di avvenuta notifica e 5,95 per quella di avvenuto deposito.
La società che gestisce la consegna delle multe ha comunicato al Comune di non poter più applicare il rimborso forfettario di 8 euro e 80 centesimi per i verbali di contestazione inviati a mezzo raccomandata e ha chiesto quindi un incremento.  Dai vecchi 13,86 euro si passa a 14, 60 (4,85 di spese di accertamento e 9,75 di spese di notifica).
Si tratta di pochi centesimi a cittadino, che però moltiplicati per numero di sanzioni, porteranno ad una cifra consistente.
Sul caso intervengono anche i residenti de La Voce del San Paolo: “Visto che questa amministrazione continua a dire, come il governo centrale, che non aumenta le tasse ai cittadini, ecco che con delibera 363 del 23 maggio 2017, la giunta comunale ha approvato il nuovo aumento degli importi relativi alla notifica e accertamento delle multe ai cittadini. Complimenti”.
Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here