Cabtutela.it
acipocket.it

Va in ospedale con le doglie, i medici le dicono di rivolgersi ad un altro ospedale e lei partorisce nel parcheggio. E’ accaduto stamattina intorno alle 6 a Casarano, in provincia di Lecce. La notizia è riportata da “Il Nuovo Quotidiano di Puglia”.

La donna era all’ottavo mese e mezzo, quando si è presentata nella struttura sanitaria le hanno detto che non potevano assisterla perchè il Punto nascita domani sarà chiuso definitivamente, come previsto dal piano di riordino ospedaliero della Regione Puglia. L’hanno così dirottata all’ospedale di Tricase, ma arrivata nel parcheggio il travaglio è iniziato e la ragazza è stata aiutata da una vigilante a partorire una bimba.

Secondo la direzione generale dell’Asl di Lecce, invece, la donna alla sua terza gravidanza e alla 34esima settimana di gestazione “si è presentata stamane alle 5.45 nel pronto soccorso, accusando dolori. E’ stata chiesta la consulenza al ginecologo di turno, che non ha ritenuto opportuno il ricovero, rimandando la donna al pronto soccorso con il consiglio di recarsi in un ospedale dotato di Utin. Nel frattempo, i dolori sono aumentati e il neonato ha iniziato il suo periodo espulsivo. La donna è stata condotta nel blocco parto dove è stata completata la nascita, con parto podalico, assistita dall’ostetrica e dalla ginecologa. La madre e il neonato sono in buone condizioni di salute”.

La Asl Lecce, in ogni caso, si riserva di approfondire ulteriormente le circostanze in cui si sono svolti i fatti.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui