Un inizio d’anno con incrementi sulle bollette per gli italiani, ma non solo. Da ieri sono passate a pagamento persino le buste che si utilizzano nei supermercati per raccogliere frutta e verdura.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità

Le nuove regole sui sacchetti

Nella legge di conversione del decreto Mezzogiorno si è stabilito che i sacchetti leggeri e ultraleggeri, con spessore della singola parete inferiore a 15 micron, devono essere biodegradabili e compostabili. Ed ovviamente diventano a pagamento. Il prezzo varia da un centesimo fino ad un massimo cinque, a seconda anche della grandezza. Ma la “stangata” non sarà indifferente considerando che non si potrà usare un solo sacchetto per tutta la frutta e la verdura e quindi il consumatore dovrà necessariamente prenderne e pagarne diversi. Sono i proprietari dei supermercati a rischiare multe salate, fino a 25mila euro.

Gli aumenti di luce e gas

Secondo i primi dati, ogni famiglia subirà in media un incremento del +5,3% per le forniture elettriche mentre per quelle gas del +5%. È quanto prevede l’aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento per le famiglie e i piccoli consumatori nei servizi di tutela comunicate dall’Autorità per l’energia sottolineando che per l’elettricità è stato decisivo l’incremento dei prezzi all’ingrosso e dei costi per adeguatezza e sicurezza mentre per il gas arriva il previsto effetto invernale.

I rincari per le bollette di luce e gas comunicati dall’Autorità per l’energia comporteranno “nel dettaglio, per l’elettricità la spesa (al lordo delle tasse) per la famiglia-tipo nell’anno compreso tra il 1° aprile 2017 e il 31 marzo 2018 di circa 535 euro, con un aumento del +7,5% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (1° aprile 2016 – 31 marzo 2017) corrispondente ad un aumento di circa 37 euro l’anno. Nello stesso periodo la spesa della famiglia tipo per la bolletta del gas, specifica l’Authority nella sua nota di aggiornamento, sarà di circa 1.044 euro, con un rialzo del +2,1% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, corrispondente ad un aumento di circa 22 euro l’anno”.

L’aumento medio dei pedaggi sulla rete autostradale italiana è del 2,74%, dal primo gennaio 2018.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here