Rischia di morire soffocato, un poliziotto lo salva. Vittima un bimbo che aveva ingerito un oggetto il 30 dicembre.
Numerose segnalazioni giunte al 113 descrivevano una donna disperata che per strada invocava aiuto per il suo figlioletto; sul posto è intervenuta una volante che ha subito individuato la mamma, così agitata che non riusciva a dare indicazioni utili su quanto stava avvenendo. Dopo aver appreso da alcune persone presenti ove abitava la signora, gli agenti sono entrati nell’appartamento dove c’era il marito con in braccio il piccolo, colto da una grave crisi respiratoria a causa di un oggetto che aveva ingoiato. Il genitore subito riferiva di aver provato ad estrarre il corpo estraneo dalle vie respiratorie del bimbo, ma di non esservi riuscito; quindi uno degli agenti lo ha afferrato e con la tecnica appropriata, comprimendo l’addome, ha provocato la fuoriuscita di un piccolo oggetto insanguinato dalla bocca del bambino.
Immediatamente dopo il piccolo è stato portato prima al pronto soccorso e poi  trasferito all’ospedaletto Giovanni XXIII per essere monitorato e sottoposto ad iperventilazione con ossigeno.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here