lapugliativaccina.regione.puglia.it

Si chiama “Lupo” e da oggi ha una casa: è il primo cane adottato nel comune di Nardò dopo le reimmissioni sul territorio comunale. Lupo è uno dei cani reimmessi sul territorio comunale il 25 settembre dello scorso anno. Artefici della storia a lieto fine due ragazzi di Galatone, che lo hanno adottato. Lupo era stato un po’ il simbolo delle prime reimmissioni di cani detenuti nei canili privati della provincia e sottoposti a un periodo di cura e quindi alla sterilizzazione in virtù di una apposita ordinanza sindacale. Cinque cani di taglia media o piccola, presi in consegna dal canile Karà di Corigliano d’Otranto, furono quindi riportati sul luogo dell’accalappiamento grazie a una operazione degli agenti di Polizia Locale, del consigliere delegato al Randagismo, Gianluca Fedele, e dei volontari dell’associazione “Mai più randagio”, che monitorarono poi il primissimo ambientamento degli animali per strada. “Per l’ente è un risparmio ed è sicuramente un beneficio per i cani”, afferma Fedele.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui