Questa volta i tifosi del Bari rischiano di non poter più seguire la squadra in trasferta in Sicilia. Dopo gli scontri di due settimane fa con alcuni tifosi del Messina all’imbarco (vedi foto dell’accaduto), ieri una frangia della tifoseria si è ripetuta lanciando alcuni fumogeni contro le forze dell’ordine.

E’ accaduto al rientro, dopo la partita contro l’Acireale. Secondo una prima ricostruzione, la polizia avrebbe chiesto ad una cinquantina di tifosi di risalire sui pullman, la risposta sarebbe stata un fitto lancio di fumogeni. Saranno le telecamere del porto di Messina a chiarire l’accaduto e le singole responsabilità, ma adesso il rischio è che le trasferte in Sicilia, e non solo, vengano vietate del tutto.

Proprio alla luce di quanto avvenne dopo la gara di Marsala, il prefetto di Catania aveva limitato a cinquanta posti il settore ospiti di Acireale, poi diventati duecento.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here