Musica e teatro, arti di strada e mercatini, Villaggio e Casa di Babbo Natale. Un mese di eventi e iniziative, calore e colore: dal 6 dicembre al 6 gennaio torna il Natale a Bari e la ripartizione Culture del Comune di Bari ha comunicato la pubblicazione, sul mercato elettronico della pubblica amministrazione (Mepa), del bando per l’ideazione e la realizzazione di un ricco programma di eventi e spettacoli – che spaziano dalla musica, al teatro e alle arti di strada – per animare le principali strade e piazze cittadine durante le prossime festività natalizie e per rispondere alle esigenze di un pubblico quanto più ampio e variegato possibile per età e per gusti.

L’appalto, del valore complessivo di 128.643,74 euro, è suddiviso in tre lotti di gara: servizio di ideazione, organizzazione e gestione integrata del programma unico di eventi e spettacoli, 70.000 euro (di cui 2.500 costo non soggetto a ribasso relativo al trasporto, montaggio e smontaggio della Casa di Babbo Natale); fornitura delle casette dei Mercatini natalizi e della Casa di “Bari Social Christmas” 25.000 euro; servizio di vigilanza del Villaggio di Babbo Natale, dei Mercatini natalizi e della Casa di “Bari Social Christmas” 33.643,74 euro.

La scelta di suddividere la gara in tre lotti, spiegano dal Comune, nasce dalla volontà di favorire al massimo la specializzazione dei soggetti partecipanti e di aumentare la qualità delle proposte progettuali. Per la prima volta, infatti, è stata richiesta la presenza, per il lotto 1, di un regista che assuma la funzione di coordinamento e di referente con l’amministrazione in modo da poter rendere gli eventi coordinati ed organici tra di loro. I lotti 2 e 3 sono, invece, rivolti ad operatori esperti nei rispettivi ambiti, affinché sia assicurata la massima partecipazione alla procedura di gara.

Com’è ormai tradizione, il programma unico di eventi e spettacoli natalizi si svolgerà dal 6 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019. Per i più piccoli (3-12 anni) in piazza Umberto tornerà ad animarsi il Villaggio di Babbo Natale, allestito con casette e chioschetti in stile natalizio, dove professionisti del settore terranno una serie di attività sul tema del Natale, organizzate per età, quali letture animate, spettacoli teatrali, laboratori e attività ludiche varie, che si concentreranno in particolare nei fine settimana.

All’interno del Villaggio di Babbo Natale, sarà montata la tradizionale Casa di Babbo Natale (nella disponibilità della Fondazione Petruzzelli) in cui un attore vestito da Babbo Natale accoglierà i bambini e riceverà le loro letterine. Il Villaggio sarà abbellito da 15 esemplari di cedro dell’Atlante, che al termine delle festività saranno piantumate a cura dell’aggiudicatario in luogo da definire su indicazione dell’amministrazione comunale. Anche per questa edizione è confermata la presenza della Casa di Bari Social Christmas a cura della rete del Welfare comunale, che proporrà appuntamenti ludici e didattici in particolare per i più piccoli.

“Vogliamo che questo Natale sia particolarmente ricco di eventi e di iniziative, di calore e di colore – commenta l’assessore alle Culture Silvio Maselli – com’è giusto che sia per quella grande città che abbiamo sempre desiderato Bari diventasse. Per questo, per la prima volta, nel capitolato non sono state indicate né la tipologia né la quantità di eventi richiesti: abbiamo ritenuto in questo modo di lasciare gli operatori interessati a partecipare liberi di esprimere la propria creatività, come più volte ci è stato richiesto dalle stesse imprese e associazioni culturali. L’idea è quella di dare forza al ‘genius loci’, alla qualità che il territorio sa e può esprimere per rendere questo Natale barese memorabile e attrattivo. I flussi turistici sempre più consistenti e l’interesse crescente dei cittadini baresi nei confronti della programmazione delle attività culturali ci confermano la necessità di organizzare un grande Natale, obiettivo che intendiamo perseguire ancora una volta con Amgas, che ha già pubblicato il suo avviso per lo spazio che sarà allestito in piazza del Ferrarese e che ospiterà, insieme al tradizionale albero di Natale, un ulteriore programma di appuntamenti natalizi rivolti alle famiglie”.

L’affidamento avverrà mediante procedura aperta, tramite richiesta di offerta sul Mepa, con applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità-prezzo. Il soggetto aggiudicatario dovrà essere in possesso di documentata esperienza nell’ambito dell’organizzazione integrata di eventi e manifestazioni culturali di livello almeno regionale ed essere abilitato alla relativa categoria del Mepa. All’aggiudicatario spetta l’indicazione di una direzione artistica/regia in grado di assicurare organicità e uniformità al programma natalizio e all’allestimento scenografico nonché il corretto svolgimento di ogni fase preparatoria, artistico-creativa, organizzativo-operativa e relativa alla comunicazione del programma natalizio.

L’aggiudicatario dovrà predisporre un piano per la comunicazione integrata da allegare all’offerta tecnica che preveda la gestione e aggiornamento dei contenuti del sito internet dedicato al Natale, l’ideazione, realizzazione e stampa di 500 brochure in lingua italiana e inglese, 300 locandine, 200 manifesti 70×100, 10 poster 6×3, 5 totem con relativi porta brochure da posizionare presso l’aeroporto, la stazione ferroviaria, il porto e le aree di maggiore flusso turistico (Castello Svevo/Cattedrale, quartiere murattiano), l’affissione e distribuzione del materiale di comunicazione nei principali punti di raccolta turistica (aeroporto di Bari, info-point portuale, info-point comunale di piazza del Ferrarese, Urp comunale, tutti gli Hotel e principali b&b della città, esercizi commerciali della grande distribuzione di Bari e del territorio metropolitano, negozi, pub di Bari e del territorio metropolitano), la cura della comunicazione online e sui social media, la documentazione fotografica degli eventi e le riprese audiovideo dell’intera manifestazione allo scopo di realizzare un filmato finale. Tutta la comunicazione del programma dovrà essere predisposta in lingua italiana e inglese.

I concorrenti che intendono partecipare alla procedura oggetto dell’appalto dovranno far pervenire l’offerta e i documenti attraverso la piattaforma Me.P.A. di Consip entro il termine perentorio del 22 novembre, alle ore 12, pena l’inammissibilità dell’offerta.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here