Su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Bari, Giuseppe Galasso, la giunta ha approvato nell’ultima seduta del 2018 il progetto esecutivo per la riqualificazione del giardino “Peppino Impastato”, a Catino.

L’area verde, localizzata all’interno del complesso residenziale “Eucalipto”, si estende su una superficie di circa 22 mila metri quadrati ed è contornata da una strada su cui si affacciano vari edifici e villette residenziali. Attualmente l’intera area è piantumata al contorno da un doppio filare di pini e vegetazione spontanea.

L’obiettivo dell’intervento consiste nella riqualificazione dell’area a verde esistente mediante l’inserimento di attrezzature ludico-sportive quali il campo da calcetto e da basket, la realizzazione di aree per la sosta, l’intrattenimento e la socializzazione, l’individuazione di un’area centrale destinata all’area giochi per bambini. Intorno all’area giochi saranno installate delle panchine e realizzati dei muretti a secco.

Il giardino sarà dotato inoltre di un’area per cani e di una pista da jogging che correrà lungo l’intero perimetro. Il progetto prevede anche l’integrazione del verde con la piantumazione di specie botaniche tipiche della macchia mediterranea.

Lungo il perimetro del giardino saranno realizzati vari varchi di accesso libero dotati di rampe per raggiungere sia la zona centrale attrezzata per i bambini, sia il gazebo pensato per il ritrovo degli anziani, sia la zona attrezzata con campetti di calcetto e multiuso, oltre alla zona adibita allo sgambamento dei cani.

L’importo complessivo dei lavori ammonta a 1milione 175mila euro.

“Lunedì è stata pubblicata la determina di impegno di spesa e nei primi giorni procederemo con la pubblicazione del bando – commenta Giuseppe Galasso -. Anche in questo caso diamo seguito alle richieste dei residenti, che da anni attendevano questi lavori. Si tratta di un progetto articolato che da un lato garantisce la sistemazione generale dell’area con l’esecuzione di percorsi perdonali, di aree ludiche e di un’area per lo sgambamento dei cani, con un nuovo impianto di illuminazione interna al giardino, dall’altro risolve il problema della raccolta e riciclo delle acque piovane. Infatti, al di sotto di via Nicholas Green, esiste un tronco di fognatura bianca eseguito anni fa e mai entrato in funzione in quanto privo di un recapito finale. Nell’ambito dei lavori di riqualificazione dell’area, creeremo una vasca di accumulo e raccolta delle acque al fine di riutilizzarle per scopi irrigui, previo trattamento di filtratura, disoleatura e dissabbiatura, mentre le eventuali acque in eccesso saranno smaltite nel sottosuolo attraverso la realizzazione di pozzi anidri. Questo consentirà di risolvere i fenomeni di allagamento e ristagni d’acqua che puntualmente si verificano in occasione di forti precipitazioni lungo via Nicholas Green, creando disagio e molteplici lamentele”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here