Giallo su “Meraviglioso Natale” di Polignano a Mare. Dopo le polemiche sui tornelli è la Gazzetta del Mezzogiorno a riferire di un altro presunto problema: il patron dell’evento a pagamento, Michele Lestingi, oggi non avrebbe risposto a delle note inviate dal sindaco Domenico Vitto.

All’amministrazione, infatti, spetta una parte dell’incasso raccolto dall’associazione culturale G Puglia durante le festività di fine anno. Con migliaia di turisti e polemiche sulla manifestazione che ha limitato l’ingresso al centro storico, obbligando i visitatori a versare 5 euro per passeggiare tra le luminarie. Ancora ignoto il numero dei visitatori che hanno pagato all’ingresso. Si stima centinaia di migliaia di turisti con incassi da record. L’accordo con il Comune prevede che gli eventuali profitti siano devoluti in beneficenza.

“Abbiamo chiesto a G Puglia la rendicontazione, vogliamo capire. Ma non è vero che ho contattato telefonicamente Lestingi e che lui non mi ha risposto. Abbiamo solo inviato delle note alle quali però non ci sono state risposte”, ha precisato il sindaco Vitto.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

4 COMMENTI

  1. […] Il “Meraviglioso Natale” di Polignano a Mare non smette di riservare sorprese e rischia di aprire un contenzioso e finire in Tribunale. Al Comune di Polignano che ieri, 10 gennaio, lamentava il silenzio (“Non risponde ai nostri solleciti”) e il mancato versamento di una percentuale degli incassi (il ticket d’ingresso costava 5 euro, nonostante le precisazioni del sindaco Vitto) da parte dell’associazione organizzatrice, la GPuglia, replica Michele Lestingi, il responsabile: secondo quanto comunicato da quest’ultimo al momento sarebbe impossibile rendicontare l’incasso perché la guardia di finanza, lo scorso tre gennaio, ha sequestrato registratori di cassa e documentazione nell’ambito di alcune verifiche contabili. Ma non finisce qui: Lestingi sembrerebbe intenzionato, a sua volta, a chiedere al Comune un contributo di 30mila euro, che sarebbe previsto dal contratto. […]

  2. Sarà ma il sindaco Vitto ha cominciato a prendere le distanze da Michele Lestingi solo dopo che la Guardia di Finanza ha acquisito in Comune il 3 gennaio scorso tutta la documentazione relativa al Meraviglioso (almeno fino ad allora) Natale organizzato dalla associazione culturale GPuglia del Lestingi. In precedenza aveva difeso l’evento in tutte le sedi contro tutto e tutti.

  3. Bisogna dire anche che i grossi pupazzi luminosi di evidente provenienza cinese del Natale polignanese sono rimasti al loro posto nonostante la manifestazione sia conclusa da diversi giorni. Lestingi di GPuglia ha dimenticato di recuperarli? Andrebbe rimosso subito soprattutto l’orrendo Babbo Natale tenuto coi fili proprio accanto la statua di Domen8co Modugno.

  4. E inoltre a Polignano a ben 7 giorni dalla fine dell’evento “Meraviglioso Natale” ci sono ancora le barriere di cemento e i box di tela bianca, oltre ai camion dello street food parcheggiati in piazza del Gelso. Forse per timore di perdere il diritto acquisito. Fino a quando vi resteranno?
     Ne deve rispondere il sindaco Vitto, la GPuglia di Lestingi o nessuno dei due come la attuale manfrina fa temere?

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here