Tutti i voli della Pobeda, la low cost della Aeroflot, e della Siberian Airlines, operativi da Mosca a Bari sono pienissimi questa settimana. Si aggiungono ai 4 voli charter di pellegrini organizzati da oligarchi russi e clero ortodosso che arriveranno a Bari la mattina del 20 maggio in occasione dei festeggiamenti a Bari per San Nicola secondo il calendario ortodosso.

Rocky Malatesta, direttore generale del Cesvir Centro Economia e Sviluppo Italo-Russo che in questi giorni sta portando in Puglia e Basilicata il XIII Festival dellArte russa, dice: Q”grande afflusso è la conferma della necessità e del successo di questi voli e della strategia di Aeroporti di Puglia e della Regione Puglia”.

Tra gli ospiti eccellenti che saranno a Bari per la festa ortodossa di San Nicola Taumaturgo ci saranno: il Metropolita Varsonofy vescovo della Chiesa ortodossa russa, Metropolita di San Pietroburgo e Ladoga, capo della metropoli di San Pietroburgo e membro permanente del Santo Sinodo dal 31 marzo 2009; il Metropolita Isidor vescovo della Chiesa ortodossa russa, Metropolita di Ekaterinodar e Kuban; Paolo vescovo di Yeisk e Timashevsk, e Amvrosiy, vescovo della Chiesa ortodossa russa, arcivescovo di Verey, vicario del Patriarca di Mosca e di tutta la Russia, rettore dellAccademia Teologia di Mosca dal luglio 2018.

Parteciperanno alla veglia notturna di preghiera che martedì 21 maggio avrà inizio alle ore 17 nella Chiesa Russa di Bari e poi alla Santa Messa in onore della festa di San Nicola Taumaturgo che inizierà alle ore 8 nella Basilica di San Nicola mercoledì 22 maggio, quando cadranno le celebrazioni del Santo di Myra secondo il calendario giuliano. Le funzioni saranno accompagnate dal Coro del Clero della Diocesi di Mosca, a Bari per il XIII Festival dellarte russa.

“Vorrei invitare tutti- dice Rocky Malatesta – a immergersi nella spiritualità della celebrazione ortodossa in Basilica per scoprirne il fascino e trovare i tanti punti di contatto con la cultura russa”.

A seguire, alle 11.30 alla Chiesa Russa, si terrà l’inaugurazione del bassorilievo di bronzo di Elizaveta Fedorovna, in occasione del centenario della fondazione della Chiesa Russa di Bari. Fu lei, granduchessa di Russia e sorella dell’ultima imperatrice di Russia Aleksandra, ma poi anche martire canonizzata dalla Chiesa ortodossa, a inviare a Bari un prelato che iniziò la raccolta fondi per l’acquisto del terreno dove poi sorgerà la Chiesa Russa, che Bari ha restituito a Mosca nel 2007. Elizaveta fece costruire dallo stesso architetto altre due chiese, una a Gerusalemme e una a San Pietroburgo, gemella di quella di Bari che purtroppo è stata distrutta durante la II guerra mondiale.

Per immergersi nelle atmosfere russe, fino al 22 maggio si terrà il XIII Festival dellArte russa, organizzato dal Cesvir. Tra i tanti eventi, a Bari si esibirà il gruppo folkloristico Zadorinka, con una preziosa raccolta di tradizioni che mostrano la vivacità e la creatività musicale e coreutica della cultura russa. L’ensemble si esibirà domenica 19 maggio alle ore 21,30 al Fortino di SantAntonio (e non come inizialmente comunicato in piazzetta dellEconomia n Cs. Vitt. Emanuele).
A fare da sottofondo alle festività ortodosse, invece, sarà il Coro del Clero della Diocesi di Mosca. Si esibirà lunedì 20 maggio con un concerto ad ingresso libero alle ore 20 nella Basilica di San Nicola, dove poi tornerà mercoledì 22 maggio per le celebrazioni legate alla festa ortodossa di San Nicola che inizieranno alle ore 8,00. Sarà possibile assistere anche ai suggestivi riti della veglia notturna di preghiera in onore di San Nicola nella Chiesa Russa in corso Benedetto Croce alle ore 17 di martedì 21 maggio, sempre accompagnati dagli affascinanti inni sacri del Coro.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here