Passeggiano per le vie principali e non solo, per offrire sostegno ai commercianti e ai passanti.  Sono i carabinieri di quartiere: il servizio, già presente da tempo, è stato potenziato. I militari sono stati dotati di una “pettorina” più facilmente identificabile ed ora sono diventati un punto di riferimento per i cittadini. Le loro perlustrazioni non si concentrano solo per le strade dello shopping o del Murattiano ma anche nel rione Libertà. L’obiettivo è dimostrare vicinanza ed essere disponibili per le segnalazioni, oltre ovviamente ad effettuare controlli dovuti.

Gli interventi sono dei più differenti: raccolgono segnalazioni da parte dei negozianti, c’è chi li ferma (soprattutto anziani e turisti) per informazioni o per essere accompagnati ad esempio nella farmacia più vicina. Senza dimenticare ovviamente i controlli alle attività commerciali, agli immobili occupati abusivamente, o nelle piazze per contrastare il fenomeno dello spaccio. Il servizio è attivo ogni giorno.

I primi risultati:

I carabinieri hanno tracciato un primo bilancio del servizio. Sono stati arrestati per evasione un 45enne, residente nel quartiere San Nicola, sottoposto agli arresti domiciliari e, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un 23enne residente nel quartiere Libertà, quest’ultimo trovato in possesso di 25 grammi di cocaina suddivisa in  33 dosi e di 200,00 euro ritenuti il provento dello spaccio.

Con i Reparti Specializzati sono state, inoltre, controllate 22 attività commerciali. Nel corso di tali controlli

–          i titolari di 4 di esse sono stati deferiti alla competente A.G., per aver installato impianti audiovisivi di sorveglianza, in assenza della prevista e preventiva autorizzazione degli Enti competenti, in violazione agli artt. 4 e 8 della L.200/1970 che prevede un’ ammenda di euro 1550,00 per ogni singola attività;

–          ad altri 5 sono state elevate sanzioni amministrative pari ad euro 56.000,00 per aver occupato complessivamente 16 lavoratori in nero;.

–          ad un’altra è stata elevata una sanzione amministrativa di 2.000,00 euro poiché sprovvisto di documentazione obbligatoria (H.A.C.C.P. – Hazzard Analysis and Critical Control Points);

–          al proprietario di un’altra attività commerciale è stata elevata una sanzione amministrativa pari a 1.000,00 euro per  aver  messo in vendita merce priva di etichette come da normativa vigente.

Nell’ambito delle verifiche sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, in un cantiere edile, è scattata la denuncia nei confronti di un imprenditore,  poiché, in qualità di coordinatore in fase di esecuzione dei lavori, ometteva di verificare l’idoneità del piano di sicurezza e coordinamento in relazione allo stato avanzato dei lavori.

Sottoposti anche a controlli diversi circoli privati e luoghi di ritrovo, nonché tre abitazioni di case popolari occupate abusivamente da persone che sono state tutte identificate. Sul conto di queste ultime, sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati al loro deferimento in stato di libertà.

Sono stati inoltre segnalati 6 giovani per uso di sostanze stupefacenti. Sequestrati complessivamente, per uso personale, 1 grammo di eroina, 6 grammi di hashish e 5 grammi di marijuana, mentre in un vano di un condominio sono stati sottoposti a sequestro a carico, al momento, d’ignoti, 225,00 grammi di marijuana.

Elevate nr. 41 contravvenzioni per violazioni al C.d.S..

Un parcheggiatore abusivo è stato contravvenzionato. Sottoposti a sequestro amministrativo due veicoli sprovvisti di assicurazione ed eseguito un fermo amministrativo di un motociclo condotto da conducente sprovvisto di casco protettivo.

Bif&st 2019 Bari
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here