Rafforzare l’immagine della Regione e delle aziende pugliesi, qualificare il sistema di offerta locale, promuovere concrete opportunità di investimenti in Puglia e collaborazioni negli ambiti commerciale-produttivo e ricerca-innovazione: sono questi gli obiettivi dell’importante missione istituzionale in Israele, a lungo preparata dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dagli uffici e dalle agenzie regionali, in stretto coordinamento con l’Ambasciata d’Italia a Tel Aviv e il Consolato Generale d’Italia a Gerusalemme.
La missione, sino al 18 luglio, mira a consolidare le relazioni avviate dal presidente Emiliano nel corso della visita a Grottaglie dell’ambasciatore di Israele in Italia Ofer Sachs, il 25 febbraio scorso: in quella occasione fu espressa la volontà di creare connessioni con i più importanti players pugliesi dei settori Water management, Waste management, Space Technologies applied to agriculture and Remote control/automated monitoring.
È dunque un importante punto di partenza per costruire opportunità strategiche e fruttuose a livello sia istituzionale che industrial/business.

La visita in Israele garantirà alla Regione Puglia una forte presenza e visibilità presso gli imprenditori, le istituzioni e il sistema della ricerca locale.

Della delegazione pugliese guidata dal presidente Michele Emiliano, fanno parte il suo capo di Gabinetto, Claudio Stefanazzi, l’amministratore delegato di Acquedotto pugliese Nicola De Sanctis, il vice presidente di Aeroporti di Puglia Antonio Vasile, il direttore generale di AGER (Agenzia territoriale della Regione Puglia per la gestione dei rifiuti) Gianfranco Grandaliano, il commissario straordinario di ARTI (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) Vito Albino, il presidente di DTA (Distretto tecnologico aerospaziale pugliese) Giuseppe Acierno, la dirigente della sezione Competitività e ricerca dei sistemi produttivi della Regione Puglia Gianna Elisa Berlingerio, il console onorario di Israele in Puglia Luigi De Santis.

Il programma prevede una visita alla Israel Innovation Authority a Gerusalemme, al fine di presentare il quadro degli incentivi a disposizione per l’insediamento di aziende estere e consentire ai rappresentanti israeliani di esporre come vengono costruiti i piani per l’innovazione e quali sono i canali di finanziamento per le imprese.

La delegazione nelle giornate del 16  e 17 luglio si dividerà per visite simultanee a imprese nei settori water management, waste management, spacetech applied to precisionagricolture.

Momenti di scambio culturale e visite istituzionali arricchiranno inoltre la missione, tra i quali l’incontro con Ami Katz, direttore del Museo Eretz Israel, con Fiammetta Martegani, curatrice della Mostra “Dalla terra ferma alla terra promessa, con Avi Blasberger, direttore generale della Israel Space Agency; con il Vice Sindaco di Tel Aviv Doron Sapir.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here