L’amministratrice delegata di Open Fiber, Elisabetta Ripa, ha presentato il piano di investimenti realizzato su Bari e i prossimi obiettivi per la città, che dal 2016 è una delle prime realtà in Italia a sperimentare l’intervento infastrutturale della Fibra Ottica.

Oltre 40 milioni d’investimento privato, 2mila chilometri di fibra ottica posata fino all’interno di 147mila unità immobiliari, 190 chilometri di scavi e 243 chilometri di infrastrutture esistenti riutilizzate, un picco di 250 lavoratori impegnati in 30 cantieri giornalieri. Questi sono i primi numeri annunciati in conferenza stampa, relativi alla rete di telecomunicazioni integralmente in fibra ottica realizzata a Bari da Open Fiber con il sostegno dell’amministrazione comunale e degli operatori partner che dal marzo 2017 mettono a disposizione degli utenti baresi i servizi di connettività a banda ultra larga.

La conclusione dei cantieri, con le operazioni di ripristino della pavimentazione stradale in avanzamento sul 90% delle tracce, segna l’apertura di una seconda e fondamentale fase del processo d’innovazione in atto a Bari, che si articolerà su una serie di azioni rese possibili grazie ad un nuovo accordo siglato tra il Comune e l’azienda finalizzato ad implementare, incentivare e rendere sempre più performanti tutti quei servizi ad alta tecnologia e impatto sulla popolazione in grado di rendere più “intelligente” una città fino a trasformarla in Smart City.

Altro obiettivo condiviso è garantire le stesse opportunità d’accesso alle tecnologie in tutte le aree della città, dal centro alle periferie, senza distinzioni. Riferite proprio alle zone meno centrali del capoluogo due ulteriori iniziative promosse da Comune e Open Fiber: la realizzazione di alcuni punti d’accesso wi-fi sul rinnovato lungomare di San Girolamo e un contest riservato a writers per la creazione di un murales sul tema della digitalizzazione.

“Oggi per noi è una giornata importante ad esito di un percorso che ha visti impegnati Open Fiber e il Comune di Bari – ha dichiarato il sindaco Decaro -.  Saranno attivate nei prossimi mesi nuove telecamere – passeremo da 300 a 500 -, altri semafori intelligenti collegati con la centrale operative, 60.000 contatori smart,  nuove fototrappole, 15.000 corpi illuminanti. Infine oggi siamo felici di poter annunciare alla città un prosieguo delle attività che vedranno il Comune di Bari lavorare con open Fiber, per l’estensione della fibra ottica nel quartiere San Paolo fino ad alcuni punti della nostra zone Industriale e al Comune di Modugno e l’attivazione di un servizio di rete wifi su tutto il waterfront di San Girolamo. Sperimentazione, quest’ultima, che in un secondo momento l’amministrazione comunale potrà replicare in altri luoghi pubblici, grazie ad uno dei 100 punti della dorsale che ci è stata messa a disposizione”.

“Open Fiber è orgogliosa di avviare la seconda fase del suo intervento a Bari – ha dichiarato l’amministratrice delegata di Open Fiber Ripa -. Si candida dunque ad essere una delle principali Smart City del Mediterraneo”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here