Prosegue la piantumazione dei 192 nuovi alberi di quello che sarà il parco all’interno dell’ex Caserma Rossani. E, intanto, dopo qualche piccolo problema dovuto al ritrovamento di alcune strutture in calcestruzzo durante gli scavi, i lavori sono ripresi anche in Piazzetta dei Papi.

“Questi nei prossimi mesi diventeranno due nuovi spazi verdi, per stare insieme, conoscersi e vivere di più i nostri quartieri”, commenta il sindaco Antonio Decaro.

Nell’area della ex caserma Rossani sorgerà un grande parco urbano. I primi esemplari piantati sono di acacia, leccio, mandorlo, arancio amaro e mimosa. Saranno complessivamente 192 alberi previsti nell’area, oltre alle diverse specie di arbusti e una superficie di prato particolarmente estesa. Una volta terminate le pavimentazioni, sarà possibile portare a termine tutte le sistemazioni a verde del parco.

Per quanto riguarda le altre operazioni portate avanti dal cantiere, gli interventi si sono concentrati finora sulla formazione del sottofondo della pavimentazione dei viali, che sono stati individuati e tracciati, e sulla dotazione delle varie tipologie di impianti (elettrico, idrico, di illuminazione e di videosorveglianza).

Di seguito si riepilogano le opere a verde previste dal progetto:

  • rinfoltimento della vegetazione su un’area di 3500 mq negli spazi già verdi;
  • la piantumazione di 192 alberi, di cui 18 esemplari di pino domestico, 10 di casuarina, 16 di bagolaro, 5 di olivo, 6 di mandorlo, 10 di arancio amaro, 26 di leccio, 18 di siliquastro, 8 di mimosa, 9 di eucalipto, 8 di acacia, 10 di carrubo, 10 di alloro ad albero e 10 di melograno;
  • piantumazione di arbusti, quali alloro, mirto, lentisco, oleandro, ginepro, coronilla, teucrium, melograno nano, cisto, lavanda, salvia, rosmarino, edera rampicante e vite canadese;
  • posa in opera di manto erboso su una superficie di 4.388 mq.
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

1 COMMENTO

  1. 192 alberi acquistati dal Comune per la caserma Rossani e per i quali non si è pensato nemmeno per un istante di rivolgersi al vivaio della Forestale dei Carabinieri di Cassano Murge, che riforniscono gratis tutti gli enti pubblici che ne fanno richiesta. Si è preferito invece rivolgersi a un noto vivaista privato di Cassano delle Murge, proprio a due passi dal vivaio pubblico. Uno spreco di denaro pubblico con l’alibi collaudato del green cittadino.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here